Valtellina WebTaormina WebBlogSicilia

Euro 2012 e la mattanza dei cani

Euro 2012 e la mattanza dei cani
24 giugno 2012

Gli Europei di calcio sono arrivati alla fase saliente. Stasera si disputerà a Kiev (Ucraina) il quarto di finale tra Italia ed Inghilterra per determinare la squadra che raggiungerà la Germania in semifinale. Le altre semifinaliste sono Spagna e Portogallo che si sono sbarazzate rispettivamente, senza problemi, di Francia e Repubblica Ceca.

Fin qui i dati inerenti la competizione sportiva. In pochi sanno, però, che questo Europeo è stato caratterizzato dalla squallida e vomitevole vicenda del massacro di cani randagi iniziato mesi fa in Ucraina proprio in vista della kermesse continentale.

Per dare del Paese un’immagine più pulita, e data l’assenza di strutture ricettive in grado di ospitare i randagi, sono stati sterminati migliaia di cani nei modi più atroci. Sono state usate armi da fuoco e bastoni e si è arrivati al punto dibruciare vivi gli animali. Colpisce il silenzio quasi assordante del mondo della politica e dei media sulla vicenda.

E’ stata, infatti, la rete a denunciare lo sterminio. E’ possibile che nella “civilizzata” Europa si possano raggiungere livelli così bassi di dignità umana?

Per questa sera l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente ha proposto un gesto simbolico: spegnere per 5 minuti, dopo l’esecuzione dell’Inno di Mameli, i televisori. Un atto di protesta, il calo di ascolti in quel lasso di tempo, per testimoniare la propria indignazione per quanto successo nella “civile” Europa.



Commenti

Post nella stessa Categoria