Abbazia di Thelema: risponde la Chiesa Biblica Cristiana

Abbazia di Thelema: risponde la Chiesa Biblica Cristiana
11 agosto 2012

 Link originale   http://cefaluweb.com/news/read/181/la-valorizzazione-dellabbazia-di-thelema

Su “La valorizzazione dell’Abbazia di Thelema”

La Chiesa Biblica Cristiana di Cefalù, accogliendo l’invito rivolto dal vostro giornale ai lettori, avverte la necessità di far udire la propria voce, basata sugli insegnamenti biblici, su un argomento che ritiene essere di fondamentale importanza per il futuro della nostra Città.
Il tema dell’Abbazia di Thelema si ripresenta ciclicamente da anni all’attenzione pubblica. Sulla personalità di Aleister Crowley si sono dette e scritte molte cose, anche nel tentativo di non farlo apparire per quello  che invece è. Ma, ammesso e non concesso che non fosse un satanista, cosa che invece viene sostenuta da più parti, definendolo addirittura il fondatore del satanismo moderno, è evidente che tutta la sua vita è stata imperniata sull’occultismo, ed è noto che i suoi seguaci (satanisti) siano numerosissimi in tutto il mondo.
Come si ricorderà, nel febbraio del 1997 fu organizzato nella nostra città un convegno internazionale di due giorni (Un mago a Cefalù – Aleister Crowley e il suo soggiorno in Sicilia,) che si tenne al Cinema Di Francesca, e che vide la partecipazione di illustri studiosi della materia. Il Giornale di Sicilia riportò nell’edizione del 25 marzo un articolo apparso su un notiziario cefaludese, nel quale si legge anche una nota della Chiesa Biblica Cristiana di Cefalù che esprime già chiaramente il proprio pensiero.
Si parlava di un museo e una biblioteca da realizzarsi in quella che fu l’Abbazia di Thelema, ponendo molta enfasi sul valore artistico scientifico e culturale di una tale iniziativa. Anche l’Amministrazione comunale del tempo (sindaco Prof. La Grua) si mostrò particolarmente interessata al progetto, ritenendolo “doveroso e improrogabile”; si riteneva, infatti, che ciò avrebbe avuto risonanza internazionale, incrementando il turismo.
Nel settembre 2001, a seguito di un processo a carico di due giovani sloveni che nel gennaio del 2000 erano stati fermati per danneggiamenti alla chiesa sconsacrata di S. Anna che si trova sulla rocca, dove avrebbero compiuto “strani riti”, il Giornale di Sicilia si occupò nuovamente del “caso Crowley” e della possibile realizzazione di un museo dedicato a lui, e in quella occasione il pastore Thomas Mc Mahon di una Comunità evangelica di Termini Imerese e il Pastore  Ulrich Reber della Chiesa Biblica Cristiana di Cefalù, hanno levato la loro voce di dissenso sulla realizzazione di un tale progetto.
Il Prof. Nicola Martella, noto studioso biblico evangelico, insegnante all’Istituto Biblico Evangelico di Roma, autore di numerosissimi libri su vari temi della fede, fra cui, per esempio, Entrare nella breccia, La lieve danza delle tenebre Malattia  e guarigione 1-2” (Editrice Punto a Croce) dedicati al tema dell’occultismo, ha tenuto, su nostro invito, il 17 luglio 2004 presso la Sala delle Capriate del Municipio di Cefalù una conferenza dal titolo ”Facciamo luce sulle tenebre”, allo scopo di illustrare la pericolosità dei contatti col mondo dell’occulto.
Particolarmente per i giovani, l’autore Emanuele Fardella, dopo un approfondito studio sull’argomento, ha pubblicato il volumetto Il lato occulto della  musica – (Tentati dalle note del diavolo) (Editrice CLC Italia), dal quale si comprende chiaramente quanto sottile possa essere l’inganno, quanto allettanti possano essere i richiami e quanto grande il pericolo nell’accostarsi al mondo delle tenebre.
Pertanto, ancora oggi, la nostra Comunità, per la voce dell’Anziano Responsabile Giovanni Ciolino e del Pastore Ulrich Reber, desidera ribadire con forza la propria preoccupazione e apprensione qualora tale progetto prendesse corpo. Verrebbe attirato a Cefalù un turismo che, con la maschera del “culturale, scientifico, artistico e storico”, non potrebbe portare che nefandezze e turbamenti  nella nostra cittadina.
Auspichiamo che Cefalù  possa diventare sempre di più un luogo moralmente pulito, dove si respiri serenità, dove i nostri figli possano crescere sani, senza influenze occulte che potrebbero comprometterne la salute spirituale ed emotiva, e dove il turismo venga attratto da iniziative diverse da quella bieca e insana di un museo dedicato a Crowley.
La nostra Comunità da sempre prega perché questo si realizzi.

L’Anziano Giovanni Ciolino
Il Pastore Ulrich Reber



Commenti

Post nella stessa Categoria