Valtellina WebTaormina WebBlogSicilia

Regionali 2012 – Alongi, Larosa e Vicari: le interviste di Cefalù Web

Regionali 2012 – Alongi, Larosa e Vicari: le interviste di Cefalù Web
26 ottobre 2012

Cefalù Web, in occasione dell’incontro con gli elettori tenutosi al locale “Todo Modo” di Cefalù, ha intervistato la Sen. Simona Vicari, il Cons. Com. Marco Larosa ed il candidato all’ARS Pitero Alongi.

Pietro Alongi:

Da candidato all’ARS, quale sarà il futuro di Cefalù?

“Ho deciso proprio di chiudere la mia campagna elettorale a Cefalù perchè riconosco che questo Comune possa essere fonte di sviluppo per il territorio. Cefalù è una città straordinaria, ha grandi potenzialità e noi riteniamo che se la politica individua il giusto percorso di crescita per questo territorio, con il suo mare, la sua cultura, la sua storia, il suo entroterra, da Cefalù partirà il riscatto della Sicilia. Io credo tantissimo in Cefalù e nei cefaludesi”.

Marco Larosa:

Quali sono le ragioni del suo appoggio al candidato Pietro Alongi?

“Sono delle ragioni molto semplici. Io credo che siamo in un momento di crisi profonda della politica. Ormai la gente non ha più fiducia in questa politica sciupona, arraffona. La cosa che, però, possiamo fare, non è quella di non andare a votare e astenerci, perchè in questo modo favoriremmo gli uscenti e coloro che in questi anni hanno portato la Sicilia sempre più in fondo. Dobbiamo, invece, andare alle urne e dare il nostro consenso a gente onesta che è alla prima candidatura e che possa dare un contributo serio e concreto al rilancio della nostra terra ed in particolare di Cefalù. Io conosco Pietro Alongi da diversi anni e prima di tessere un rapporto politico ho instaurato un rapporto di amicizia con lui e anche se, nelle campagne elettorali difficilmente metto la mia faccia a supporto di altri candidati, in questo caso non ho problemi a metterla perchè sono convinto che Alongi lavorerà non solo per l’interesse della nostra Città, ma anche per quello della Provincia e della Sicilia”.

 

Simona Vicari:

Quale le sorti dell’Ospedale S.Raffaele di Cefalù?

“Certamente non positive. Io credo che la Regione abbia, negli ultimi anni, puntato a depotenziare questa struttura. Tanti primari sono andati via. La gestione di chi ha avuto la responsabilità della struttura non è stata, come quella di Veronesi, legata ad ampli ed alti obiettivi. Io mi auguro che tutto questo possa terminare, con la fine della Presidenza Lombardo e tutti quelli che lui rappresenta. Posso certamente dire che seguiamo con grande attenzione la situazione affinché l’Ospedale di Cefalù non disperda tutto quello che è stato fatto fino ad ora ma continui ad essere una garanzia per la salute dei cittadini così com’è stato negli anni passati. Questo sarà un nostro impegno”.

Elezioni regionali: quali sono le prospettive del Pdl e quanto crede nei candidati che il Pdl ha messo in campo?

“Per quanto riguarda la Provincia di Palermo, noi abbiamo voluto presentare un codice di sbarramento delle candidature. Ci siamo rifatti al codice antimafia che si applica a tutte le imprese che partecipano ad appalti pubblici. Non ci sono candidati, nelle nostre liste, che hanno avuto condanne per mafia o per reati contro la pubblica amministrazione. Questa è stata una garanzia che io ho preteso e che abbiamo ottenuto. 

Ci sono nelle nostre liste tanti candidati nuovi che si stanno mettendo in campo tanta passione ed hanno una grande storia di impegno politico.

Il nostro impegno per il Presidente Musumeci è, in questo momento, la parte più importante dell’impegno politico che ci vede protagonisti.

Il Pdl è un partito che si sta rinnovando. Sono stati commessi degli errori, non solo dal Pdl ma anche da parte degli altri partiti, ma con presunzione dico che non siamo tutti uguali. Segno del rinnovamento del Pdl sono le primarie che si terranno per scegliere il nostro candidato Premier. Primarie in cui noi sosterremo Alfano”.

 

Cefalù Web ringrazia Davide Bellavia e Silvio Ciolino per la realizzazione delle interviste.

 



Commenti

Post nella stessa Categoria