Grande prova del Cefalù, vittoria a porte chiuse nel derby col Real Calcio [Foto]

Grande prova del Cefalù, vittoria a porte chiuse nel derby col Real Calcio [Foto]
10 novembre 2012

Il Cefalù esce vittorioso nel difficile scontro col Real Calcio: è bastata una sola rete firmata da Geraci al 74° per vincere il derby contro una squadra che in retroguardia si è dimostrata una vera corazzata.

Minutella è privo solamente dei febbricitanti Cicero e Milia seduti comunque in panchina, e decide così di schierare il 4-3-3 con le uniche novità di Guggino e Zangara dal primo minuto, la squadra allenata da Rio (miglior difesa del campionato con appena 5 reti subite) conta sulle parate di Nicosia e davanti sul fiuto del goal di due come Levantino (presente in campo dopo lo sconto della squalifica) e Ferrante.

La partenza è subito incoraggiante per i padroni di casa: i gialloblu sono più propositivi e al 21° D’Amico cerca lo spunto con una sponda in direzione di Zangara, che una volta entrato in area spreca però il tiro mandando a lato; al 27° anche Guggino spreca un’occasione da rete incredibile, mandando il proprio tiro addosso al portiere proprio ad un passo dal goal.

I termitani si svegliano soltanto nel finale di tempo con Ferrante che al 47° trova il tiro vincente sfumato soltanto grazie all’intervento provvidenziale di Brocato che spazza sulla linea.

Il secondo tempo inizia ancora a forti tinte gialloblu, con Cane che dopo due minuti si trova a tu per tu col portiere e tenta il pallonetto, ma la distanza ravvicinata non gli consente di ingannare Nicosia che blocca facilmente.

Allo scoccare dell’ora di gioco capitan Villafranca impegna seriamente il portiere ospite Nicosia, facendo uscire fuori dal cilindro una fiondata indirizzata sul montante alto, ma è eccezionale l’intervento dell’estremo difensore a strappare via il pallone dalla traversa, traversa che viene centrata poi da Guggino dieci minuti più tardi, col centrocampista che riceve palla da Brocato sul limite dell’area e che fa partire un tiro a girare dove stavolta nemmeno il portiere avversario aveva scampo, ma per sua fortuna si è trattato di un nulla di fatto.

In un momento di sbandamento totale della difesa termitana, il Cefalù parte all’assalto e non perdona: al 71° Milia rischia ancora il goal trovando il tiro dopo un flipper in area, ma Nicosia compie ancora il miracolo respingendo e salvando i suoi.

Finalmente al minuto 74° e dopo tante occasioni sfumate, il Cefalù si porta in vantaggio con il consueto goal di Geraci, nato ancora con una mischia in piena area del Real, col centrocampista che si trova il pallone sui piedi dopo una respinta e trafigge così l’incolpevole portiere ospite, vantaggio meritatissimo contro un Real che però (bisogna dirlo) non demerita e non demorde mai, ma che lascia giocare troppo e inizia ad aggredire sui palloni solo quando ormai è troppo tardi, pagando infine con il goal dei padroni di casa.

All’86° ci sarebbe anche l’occasione per il bis cefaludese ma Cicero da buona posizione spreca il tiro colpendo malamente la sfera; nel lunghissimo recupero gli ospiti vanno poi vicini al pareggio con Ferrante che da fuori manda il pallone un metro sopra la traversa.

Al fischio finale è grande festa in campo, per i ragazzi e per tutto lo staff, e soprattutto per i tifosi che nonostante la chiusura della struttura si sono fatti sentire a gran voce dietro le recinzioni del campo.

Alla fine arrivano i tre punti dopo due pareggi che rischiavano di compromettere la situazione, tre punti fondamentali che sono arrivati contro una squadra temibile e che ha venduto davvero cara la pelle; dopo questa grande prova Il Cefalù torna momentaneamente in testa alla classifica, ma il vero peccato è stato il dover assistere da fuori ad una partita importante e molto seguita come questa (erano previste circa 800 persone al campo), ma per motivi di inagibilità del campo alla fine le conseguenze le hanno dovute piangere i tifosi accorsi comunque (in qualche modo) allo stadio, appena al di fuori delle ringhiere.

Il presidente Salvatore Cimino (oggi presente alla partita) ha dichiarato davanti ai microfoni di Cefalùweb che si cercherà al più presto di risolvere la situazione, e si spera di ottenere tutte le autorizzazioni già entro la prossima partita che si disputerà in casa contro il Collesano (la redazione del nostro sito vi informerà quanto prima sugli svolgimenti di questa situazione), intanto, festeggiamenti a parte, la squadra pensa già al prossimo impegno in trasferta in casa del Ciappazzi.

Formazioni:

A.S.D. Cefalù Calcio:1 Fiduccia,2 Brocato,3 Compagno M.,4 Geraci,5 Schicchi (amm.36°),6 Compagno F.,7 Villafranca cap.(67°Cicero amm.90°+),8 D’Amico,9 Guggino,10 Cane,11 Zangara (56°Milia). In panchina: Giustiniani, Aiello, Cicero, Milia, Castiglione, Puccio, Culotta. All. Minutella.

Real Calcio:1 Nicosia,2 Filpo,3 Morici,4 Falanga (amm.6°, 65°Verdone),5 Cordaro,6 Sardina,7 Ferrara cap.(amm.41°),8 Crisanti,9 Picone (20°Gullo,82°Cutrona),10 Levantino,11 Ferrante. In panchina: Romeo, Nuccio, Cutrona, Gullo, Mercurio, Romeo, Verdone. All.Rio

Arbitro: Visalli di Messina

Reti: 74°Geraci.



Commenti

Post nella stessa Categoria