Video-Doc “A Bedda Matri di L’Atu”, nella parrocchia di Calcarelli in Castellana Sicula

Video-Doc “A Bedda Matri di L’Atu”, nella parrocchia di Calcarelli in Castellana Sicula
13 aprile 2013

Oggi alle 21.00, nella chiesa di San Giuseppe, parrocchia di Calcarelli a Castellana Sicula, sarà presentato il video-documentario A Bedda Matri di l’Atu. Il cammino tra storia e A bedda matri du latudevozione nel Santuario Mariano più alto  e suggestivo d’Italia e fra i più alti d’Europa, posto a 1820 metri sul livello del mare, sul monte Alto, meta di pellegrinaggio non solo della popolazione madonita. Le origini secondo le fonti, non sono unanimi. Per la tradizione orale e alcuni studiosi, l’edificazione della chiesetta sarebbe da attribuire al Beato Guglielmo Gnoffi da Polizzi, morto nel 1317. Altre fonti affermano l’esistenza di una chiesa e di una piccola abitazione in rovina quando vi si stabilì l’eremita. Il documento noto, più antico a citare la Madonna dell’Alto risale al 1454, ovvero dopo la morte del Beato. Sull’altare della chiesa è presente la statua della Madonna attribuita al noto scultore Domenico Gagini del 1471.

La produzione del documentario è di Terra Videolab, i testi sono di Giampiero Farinella, le riprese di Salvatore Bongiorno(regista e montatore), Mirco Inguaggiato e Francesco Ippolito, la voce narrante di Viviana Norata, con la partecipazione di Giuseppe Macaluso. Lo stesso gruppo ha già al suo attivo la realizzazione dei video-documentari A festa di San Calò-Un racconto di fede popolare e La settimana Santa a Petralia Sottana. 



Commenti

Post nella stessa Categoria