Valtellina WebTaormina WebBlogSicilia

Geraci Siculo e Gangi alla Biennale di Roma

Geraci Siculo e Gangi alla Biennale di Roma
30 maggio 2013

I Comuni di Geraci Siculo e Gangi hanno presentato due innovativi progetti di riqualificazione urbana e accessibilità del centro stoGangirico alla Biennale dello Spazio Pubblico di Roma.

Il Comune di Geraci Siculo si è distinto grazie a un progetto integrato con la città a rete Madonie – Termini Imerese, che prevede la realizzazione di un sistema termale a rete, trasformando l’ex scuola media e l’adiacente ex Convento degli Agostiniani, in centro benessere-ricettivo . “L’intento è di fare di Geraci Siculo una città del benessere” – ha affermato il presidente del Gal, nonché sindaco di Geraci Siculo Bartolo Vienna – “un progetto chiave per riqualificare i flussi turistici e incrementare la qualità urbana e sociale dei residenti, rivolgendosi ad un target multiplo con la realizzazione di una struttura ricettiva, ristorante, bar, centro benessere e riabilitativo”. “La nostra esigenza” – ha continuato Vienna – “è quella di recuperare un bene pubblico, dichiarato negli anni scorsi inagibile, un edificio necessario alla comunità, un luogo di aggregazione sociale”.

Si tratta di un progetto sostenibile, sia per l’armonizzazione dei due edifici, sia dal punto di vista economico grazie alle numerose manifestazioni di interesse presentate in sede di bando pubblico.

Il progetto del Comune di Gangi, redatto dall’architetto Antonella Callari invece si è distinto per la compatibilità sul piano urbanistico, ambientale e finanziario. Prevede la realizzazione di un sistema di risalita meccanico per rendere accessibile il centro storico ai disabili. Un recupero dell’edilizia esistente con la riqualificazione di alcuni spazi inedificati e la creazione di un sistema integrato di scale mobili all’aperto e di ascensori pubblici.

“L’idea” – ha dichiarato il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello – “è collegare Piazza del Popolo, che ospita manifestazioni culturali e ricreative, con l’edificio dell’ex Carcere Borbonico, oggi sede museale, attraverso la realizzazione di un ascensore panoramico”.

I due progetti sono stati presentati a Roma dalla delegazione siciliana composta dai tecnici: Franco Grimaldi, Aurelio Coppola, Alessandro Ficile e Antonio Giovanni Minutella.

Grandi iniziative per migliorare due dei Borghi più belli d’Italia.

 

Valentina Nicastro



Commenti

Post nella stessa Categoria