Immeritata sconfitta per la castelbuonese contro la Mamertina

Immeritata sconfitta per la castelbuonese contro la Mamertina
2 dicembre 2013

Seconda sconfitta stagionale per la Polisportiva Castelbuonese Nella 13°giornata di andata del campionato di Promozione girone B, la ARENAPolisportiva Castelbuonese perde in quel di Rocca di Caprileone contro la Mamertina, ma mantiene la testa della classifica in coabitazione con Sporting Taormina e Santangiolese. Mister Vitale che deve rinunciare a Iannolino, Lisciandro,Di Cara e Megna, schiera la sua squadra con il consueto 4-3-2-1:Occorso,Mezzapelle,Cavarretta,Restivo(Cicero),Giglio,Aiello,Li Castri,Lipari,Arena e Ata dietro Città(Antista). Partono meglio i mamertini che hanno una buona occasione, sventata però da Occorso. La Castelbuonese risponde con Città che su una lunga rimessa colpisce la traversa. Partita equilibrata, con la Mamertina che concede poco e la Castelbuonese che non riesce a pungere, intorno alla mezz’ora però la partita si sblocca, su un tiro da fuori area respinto dal portiere, Arena è il più lesto di tutti e insacca per lo 0-1. Al 37’ Aiello impegna il portiere di casa costretto a mettere in angolo, la Mamertina non ci sta e riesce a pareggiare intorno al 40’, su rigore concesso per un dubbio fallo di mano di Mezzapelle, 1-1 e fine primo tempo. Nella ripresa la polisportiva Castelbuonese incitata da un centinaio di tifosi, cerca di tornare in vantaggio, e si rende pericolosa con un tiro di Arena di poco fuori. Al 58’la mamertina che fino a quel momento si era limitata a sterili contropiedi, riesce clamorosamente a portarsi in vantaggio sfruttando una indecisione della difesa granata. Da questo momento in poi i giallorossi decidono di non giocare più e fanno di tutto per perdere tempo e innervosire i giocatori granata, l’arbitro dopo aver distribuito numerosi cartellini gialli soprattutto ai giocatori di casa, caccia via Mezzapelle(Polisportiva Castelbuonese) e due giocatori della Mamertina, rimasta in 9. Sul finire Restivo ha la palla del pareggio ma il portiere ospite compie un miracolo e nell’occasione il difensore granata si fa male ed è costretto ad uscire in barella. Dopo aver concesso solo 6 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine della partita. Una sconfitta immeritata per i granata, che ancora una volta hanno subito un rigore e decisioni arbitrali discutibili. Un plauso però va fatto ai suoi sostenitori, accorsi in massa per sostenere la propria squadra.

John Piraino



Commenti

Post nella stessa Categoria