Termini Imerese: lavori di recupero delle antiche Terme

Termini Imerese: lavori di recupero delle antiche Terme
5 dicembre 2013

E’ stato approvato nei giorni scorsi dalla Giunta Comunale guidata da Totò Burrafato il progetto esecutivo dei “Lavori di recupero delle antiche terme”.termini-imerese

L’importo complessivo dei lavori è pari a € 2.810.880,00.

“Abbiamo intrapreso – ha dichiarato il sindaco Totò Burrafato – con convinzione la via del termalismo e della sua piena valorizzazione che deve passare sia per la riqualificazione infrastrutturale già pianificata, sia per l’adesione al distretto produttivo del “benessere termale”. In tempi brevi, la riqualificazione del Grand Hotel delle Terme, la realizzazione del parcheggio termale, il rifacimento della Serpentina, definiremo un contesto utile a mettere in campo una nuova offerta termale in grado di mettere in rete le risorse locali rilanciando questo settore di eccellenza nei mercati istituzionali e garantendo anche qualche risvolto occupazionale”.

La struttura oggetto dei lavori è quella adiacente all’edificio del Grand Hotel delle Terme.

“Gli interventi previsti – ha dichiarato l’assessore Michelangelo Lo Presti – intendono restituire il suo carattere di prezioso documento storico, attraverso interventi di risanamento volti a ridare omogeneità strutturale ed efficienza funzionale, garantendo al contempo la funzione di Centro benessere termale mediante la ri-proposizione nei due piani soprastanti di attività legate alle terme, quindi una beauty farm. A ciò va aggiunta la valorizzazione delle terme romane, senza tralasciare interventi che possano rendere quanto più accessibili le strutture archeologiche, scoperte di recente, e renderle così patrimonio fruibile dall’intera comunità”.

L’ipotesi progettuale del restauro della struttura prevede, innanzitutto, la riattivazione dell’ingresso da piazza delle Terme. Questo spazio sarà utilizzato come ingresso-recepition, sia per consentire al turista la possibilità di visitare gli scavi archeologici dell’emiciclo delle Terme, sia per i frequentatori del Centro Benessere. Il progetto infatti, prevede di rendere questa sala (unitamente alle due sale attigue) uno spazio espositivo attraverso una mostra fotografica e pannelli esplicativi relativi alle Terme romane, che documentino gli scavi archeologici recentemente portati alla luce. Dare vita insomma ad un piccolo, quanto interessante, percorso di conoscenza. La superficie di queste sale equivale a circa ottanta mq, spazio che diventerà un “museo di se stesso”, di incommensurabile importanza e adatto ad esercitare il suo fascino attrattivo.

Gli interventi in queste sale prevedono il consolidamento delle rispettive volte reali e i rispettivi paramenti murari, il rifacimento delle pavimentazioni, gli intonaci interni in coccipesto (strato di base e di rifinitura) e le coloriture. E’ prevista inoltre la realizzazione del portone in legno di castagno ad antoni e a due ante apribili con sopra stante semi cerchio “a raggera”. Si potrà accedere attraverso una scala in acciaio e vetro al primo piano dove si intende realizzare una beaty farm.

Nell’accettazione del Centro benessere termale, saranno realizzati – entrambi “a vista” e separati da uno spazio a tutta altezza – sia l’ascensore in vetro ed acciaio, sia la rampa iniziale della scala realizzata in ferro scatolare e pedate in legno massello di rovere.

E’ previsto il rifacimento integrale dei prospetti e dei tetti, interventi di consolidamento statico delle strutture, murarie, delle volte reali e il rifacimento dei solai degli impalcati.

Sarà realizzata una camera idromassaggio, una camera emozionale, oltre a cinque camere per trattamento di bellezza e massaggio. E ancora uno spazio bar tisaneria, un ufficio, una zona destinata agli operatori, una terrazza che nel periodo estivo può essere utilizzata come spazio lettura e relax.



Commenti

Post nella stessa Categoria