Valtellina WebTaormina WebBlogSicilia

Il Cefalù calcio ritorna a vincere , 3-1 al CUS Palermo

Il Cefalù calcio ritorna a vincere , 3-1 al CUS Palermo
8 dicembre 2013

Dopo due sconfitte consecutive in campionato e l’eliminazione in coppa Italia il Cefalù Calcio torna di scena al Santa Barbara per la cacalli2sfida contro il Cus Palermo.
L’undici titolare di mister Minutella cambia molto rispetto a quello visto nelle ultime uscite, si ritorna al 4 3 3 con in attacco il figliol prodigo Delfio Calabrese, acquistato nel mercato di riparazione per sostituire Fofò Adami, accasatosi presso il Castelbuono 1975 del patron Scacciaferro.
I ritmi iniziali sono blandi con il Cefalù che si fa vivo soltanto al 4′ con una punizione dalla distanza di Geraci che termina lontano dai pali della porta difesa da Carnevale.
Al 11′ il Cus va vicinissimo al vantaggio, ottima sponda di Muscolino per Monti che a tu per tu con Fiduccia in uscita, riesce ad anticiparlo ma non colpisce la palla con la forza sufficiente per gonfiare la rete.
Intorno al ventesimo minuto di gioco si rompono finalmente gli indugi, Calabrese prima viene lanciato verso l’area avversaria da un ottima sponda di testa di Zangara ma manca il tempo della conclusione , nell’azione successiva viene imbeccato molto bene in area da un passaggio filtrante di D’Amico e fredda l’estremo difensore con un tiro forte e rasoterra.
Grande esultanza dell’attaccante palermitano che dopo una prima parte di stagione con più bassi che alti con il Castelbuono riesce a trovare la via del gol al suo secondo battesimo con la maglia gialloblu.
Il primo tempo si chiude con il Cefalù in controllo ed il Cus che nonostante giochi un calcio piacevole sotto la direzione da manuale del regista di  controcampo Tranchino non riesce a produrre nulla più che colpo di testa in seguito a palla da fermo, abilmente sventato sul primo palo da un attento Fiduccia.
La seconda metà di gara è soporifera almeno nella prima mezz’ora, non si registra nulla se non qualche ammonizione tra le fila del Cefalù, tra gli iscritti al taccuino del signor Riccobono di Palermo ci saranno a fine gara Mantia e Francesco Compagno, entrambi diffidati, quindi squalificati per la prossima.
Dopo la girandola di cambi apportati dal Cus Palermo per provare a riportare in parità la gara è il Cefalù a bissare il vantaggio approfittando delle maglie più larghe della difesa ospite.
Ottima percussione centrale palla al piede di Milia che dopo aver creato superiorità numerica scarica sull’esterno a D’Amico che pennella un altro assist per il cannoniere Calabrese, la girata della punta è di quelle da ricordare e la palla si insacca sotto la traversa.
Gli ospiti subiscono il contraccolpo psicologico al 81′ subiscono la terza rete in contropiede, Zangara si libera sulla sinistra e mette al centro una palla col contagiri per l’inserimento di Geraci che anticipa con la punta il portiere, la palla varca la linea di porta e il match può definirsi archiviato.
Nel finale il Cus, ormai domato nel punteggio, non è mai domo sul piano caratteriale e al 40′ realizza il gol della bandiera su calcio di rigore.

Il neo entrato Fiore approfitta di una disattenzione difensiva per intrufolarsi in area  ed essere messo giù da Fiduccia in uscita bassa.

Egli stesso si incarica della battuta dagli undici metri e fissa il punteggio sul 3-1 finale.
Serviva una prestazione di carattere del Cefalù e i tifosi accorsi al Santa Barbara l’hanno avuta, i tre punti casalinghi sono finalmente arrivati grazie ad una partita vinta con merito ma soprattutto grazie alla vena realizzativa ritrovata di Delfio Calabrese, match winner e trascinatore della squadra.

Francesco Petrigna

Tabellini

Cefalù-Cus Palermo 3-1
Cefalù: 
Fiduccia, Sall (58′ Porcello), Compagno M., Geraci, Mantia, Compagno F., Villafranca, D’Amico, Calabrese (87′ Mocciaro), Zangara, Milia (87 Sferruza). All. Minutella. A disp.: Papa, Alfonzo, Buonocore, Fiasconaro.
Cus Palermo: Carnevale, canova, Filpo, Tranchina, Quartararo, Severino, Muscolino (75′ Guagliardo), Colletti (66′ Fiore), Monti (58′ Morana), Russo, Castigliola. A disp.: Tuzzolino, Muliello, Scoma, Vivacqua. (L’allenatore Zappavigna, squalificato, era in tribuna, in panchina il dirigente Biondo)
Reti: 
19′ e 74′ Calabrese, 81′ Geraci, 87′ Fiore (rig)
Foto di Matteo Di Fina



Commenti

Post nella stessa Categoria