Valtellina WebTaormina WebBlogSicilia

Geraci Siculo, l’opposizione replica: “dal Sindaco falsità e offese”

Geraci Siculo, l’opposizione replica: “dal Sindaco falsità e offese”
13 gennaio 2014

A Geraci Siculo duri gli scontri fra la maggioranza, guidata da Bartolo Vienna e l’opposizione di “Insieme per una nuova Geraci” che ha lanciato il primo affondo accusando il primo cittadino di tartassare i cittadini e di non geraciiiridurre gli sprechi. Secca e decisa è stata la risposta di Vienna: “Il manifesto dell’opposizione è demagogico e mistificatorio e cerca di cavalcare l’onda del populismo diffusa in molti settori politici e della società’ civile”. L’opposizione non ci sta e replica nuovamente all’amministrazione del comune madonita con una nota inviata alla nostra testata.

“E’ grave che un sindaco intervenga nella normale dialettica politica con falsità ed offese non potendo contestare i numeri indicati. Il Sindaco Vienna mente quando afferma che “ il gruppo di minoranza ha disertato tutte le commissioni di bilancio e non è stato capace di presentare alcun emendamento nel corso dell’approvazione in consiglio”. Infatti in quella seduta di Consiglio sono stati presentati dalla minoranza alcuni emendamenti sull’IRPEF e sull’IMU, prontamente respinti dalla maggioranza. Giova ricordare che quel Consiglio Comunale si è concluso alle 2 di notte dopo circa 6 ore di acceso dibattito grazie agli interventi e alle proposte della minoranza” dichiarano i consiglieri comunali Antonio Spallina, Maria Minutella, Giuseppe Puleo e Antonio Corradino.

Continua il feroce attacco dell’opposizione: il Sindaco Vienna mente quando afferma che “quasi metà delle spese legali siano state commissionate da uno dei firmatari del manifesto già nel 2005…” infatti dagli atti del Comune risulta che l’intero importo di € 45.000,00, previsto nel bilancio 2013, serve per pagare gli avvocati di fiducia incaricati dallo stesso Sindaco Vienna. E che dire dei 103.000,00 € impegnati e spesi dal Sindaco Vienna, dal 2008 ad oggi, di parcelle per avvocati a causa del contenzioso con La Terme Spa, contenzioso che, a detta del Sindaco, si sarebbe dovuto chiudere entro i primi giorni della sua prima sindacatura. Ecco dove finiscono i soldi dei cittadini!”.

Inoltre, a detta dell’opposizione, il Comune sarebbe stato molto avvantaggiato dal pensionamento di oltre 10 dipendenti comunali nel corso del suo mandato: “Il costo di un impiegato per il Comune si aggira intorno a 40.000,00 €/anno, che moltiplicato per 10 il conto, per anno, è presto fatto”.

La polemica infine aveva interessato la vicenda che riguarda l’assunzione di una nuova segretaria al comune. Per la minoranza “è ovvio che essendosi insediata (la segreteria) il 2 dicembre la cifra nel bilancio 2013 non debba essere inserita per intero, ma nel 2014 ci saranno tutti. A tal proposito invitiamo il Sindaco a leggersi il verbale della Delibera di Consiglio Comunale n. 45 del 01 ottobre 2013 dove a pag. 5 è riportata la dichiarazione del suo vice Sindaco Iuppa che così recita: “l’onere per il segretario in convenzione è pari a circa € 38.000,00 mentre il costo del segretario a tempo pieno è di circa € 57.000,00” quindi esattamente € 19.000,00 all’anno in più. Sarà “demagogico e mistificatore” anche il suo Vice Sindaco?”.

L’ultimo affondo è ora dell’opposizione. Non resta da scoprire se il sindaco Vienna si ritirerà in buon ordine o passerà al contro attacco con una stoccata di fioretto o con un affondo d’ascia.



Commenti

Post nella stessa Categoria