Geraci Siculo, il Sindaco replica al manifesto dell’opposizione: “demagoghi e mistificatori”

Geraci Siculo, il Sindaco replica al manifesto dell’opposizione: “demagoghi e mistificatori”
17 gennaio 2014

Il sindaco di Geraci Siculo, Bartolo Vienna replica al manifesto del gruppo consiliare “Insieme per una Nuova Geraci”“Demagogico, e mistificatorio che cerca di cavalcare l’onda del populismo geracisiculodiffusa in molti settori politici e della società’ civile”.

E’ un manifesto irrispettoso delle istituzioni e delle regole democratiche che prevedono di porre le questioni di bilancio nelle sedi di dibattito politico (consiglio) e nei momenti opportuni (nel corso della formulazione e approvazione del bilancio). Il gruppo di minoranza ha disertato tutte le commissioni di bilancio e non è stato capace di presentare alcun emendamento nel corso dell’approvazione in consiglio. Ha distanza di più di un mese dopo essersi letto probabilmente il documento contabile annuale e il triennale ha fatto un po’ di confusione mescolando voci e documenti. Per questo non merita alcun commento tecnico.  Abbiamo avuto, come tutti i Comuni sotto i 5000 abitanti, una riduzione dei trasferimenti di circa 320.000 euro. Durante tutto il 2013 siamo stati molto attenti e siamo riusciti a risparmiare circa 170.000 euro, e disponevamo anche 140.000 euro di avanzo dell’anno precedente che non abbiamo però potuto utilizzare per effetto del patto di stabilità. Abbiamo pertanto dovuto pertanto ricercare nuove entrate per una cifra che si aggira intorno ai 150.000 euro, salvaguardando da questo prelievo le fasce più deboli: i redditi inferiori a 10.000 euro esentandoli dall’addizionale IRPEF e non come riportato strumentalmente nel documento. Abbiamo scelto di non introdurre la tarescome tanti altri comuni vicini perché ci siamo resi conto del notevole incremento che ciò avrebbe determinato per le imprese e per quei nuclei familiari numerosi. Abbiamo deciso di intervenire pesantemente sui consumi acqua per scoraggiare decisamente utilizzi non domestici e mantenendo però un abbuono di 50 metri cubi per famiglia residenti.

Per quanto riguarda le voci che con scandalo vengono presentate, sono costretto a comunicare mio malgrado che questa Amministrazione  ha deciso appena eletta di rinunciare alle indennità di carica per finanziare le attività turistiche e culturale del 2013. Cosa che non mi risulta abbiano fatto gli amministratori di minoranza quanto hanno amministrato.

Inoltre non esiste nel bilancio 2013 alcuna spesa di 19.000 euro per la segretaria in quanto la stessa ha preso servizio il 2 dicembre scorso. Le spese per il canile sono obbligatorie e la convenzione con il Parco delle Madonie è stata stipulata proprio da uno dei firmatari del documento. Come le spese legali si riferiscono quasi per la metà a spese commissionate sempre da uno dei firmatari del manifesto già nel 2005 e non onorati nei tempi dovuti.  Abbiamo si deciso di comprare una macchina usata perché l’unica di cui disponiamo è ormai abbastanza insicura.

Abbiamo predisposto progetti di efficientamento degli edifici comunali alcuni già finanziati i cui decreti purtroppo non sono stati ancora emessi. Probabilmente se qualcuno prima di noi si fosse posto il problema avremmo oggi potuto risparmiare un po’ di risorse finanziarie.

Per quanto riguarda la ricostruzione dei consumi presentata dall’Enel  riteniamo che esistano tutte le condizioni per contestare tale importo. Credo che questo sia il peggior modo di interpretare il ruolo di controllo e indirizzo.



Commenti

Post nella stessa Categoria