Quanto tiene l’on. Magda Culotta alla famiglia? Se lo chiede l’opposizione di Pollina

Quanto tiene l’on. Magda Culotta alla famiglia? Se lo chiede l’opposizione di Pollina
23 gennaio 2014

L’opposizione consiliare di Pollina ha, in una nota qui di seguito pubblicata, pesantemente criticato l’Amministrazione comunale guidata dal deputato nazionale Magda Culotta, chiedendo inoltre le dimissioni dello zio della giovane politica, coinvolto in particolari vicende familiari che – a detta dell’opposizione – lederebbero la sua serenità a livello personale.

Sono passati quasi 4 anni ed i cittadini di Pollina ancora aspettano il Piano Regolatore, la realizzazione  di case di riposo per anziani, le Case Popolari, le Spiagge, i Teatri, la cura del verde e spazi pubblici (in questi giorni alleanza_per_pollinaassistiamo al taglio scellerato di piante secolari e alla cementificazione di spazi adibiti fino ad ora a verde), l’approvazione del progetto delle ferrovie per eliminare il passaggio a livello di S. Maria, il Completamento del Lungomare Marco Polo, etc…, etc…, etc….

Ai cittadini sono stati fatti solo annunci, attraverso gli ormai famosi “Bollettini Comunali”, di opere già progettate dalla precedente Amministrazione, ma non ancora realizzate dall’attuale e che se fossero realizzate si tradurrebbero in reali posti di lavoro dopo le evidenti  difficoltà economiche in cui versa il nostro territorio a causa della chiusura del villaggio Valtur e della Fiat di Termini Imerese.

Si ritiene opportuno sottolineare che le promesse non mantenute non sono i soli tratti distintivi dell’Amministrazione “Cassataro-Culotta”. Ci si chiede come un amministratore possa governare con la diligenza del buon padre di famiglia un ente, quando ha poca serenità a livello personale (vedi determina n. 443 del 27/12/2013 e giornale “L’Obiettivo” del 10/01/2014 in cui si può ben notare che per ben due volte viene pignorato 1/5 dell’indennità di carica al Presidente del Consiglio Comunale, zio del Sindaco) e quando si hanno in giunta assessori assenteisti da mesi.

Su sollecitazione della minoranza “Zio e Nipote” hanno finalmente deciso, dopo molti mesi di assenza, di sostituire il PRIMO degli assessori fantasma nominando una giovane, seria e coraggiosa, la Signorina Angela Genchi, alla quale è stata affidata la delega al Bilancio e non solo (forse perchè è la figlia del revisore dei Conti dell’Unione dei Comuni di Pollina e San Mauro?). Non vogliamo ovviamente entrare sulle eventuali incompatibilità o semplicemente sulla opportunità politica e sul buon senso perchè questa non è una sorpresa, siamo ormai abituati “a quanto tiene il Sindaco CULOTTA alla Famiglia”. Ci chiediamo che tipo di parentela dovrà avere il prossimo assessore. Visto che siamo alle porte della prossima stagione estiva, diamo un suggerimento al Sindaco: sostituisca IMMEDIATAMENTE il secondo Assessore assenteista con uno fra i tanti giovani preparati nel settore turistico e sportivo e non scegliendo con metodi di “Vecchia Politica” (amicizia e parentela).

Da 4 anni Zio Alfredo e nipote Magda rivestono le due più alte cariche istituzionali del Comune di Pollina, il cugino del Sindaco Giuseppe Cassataro nonchè figlio del Presidente del Consiglio è segretario cittadino del PD unico partito che sostiene l’amministrazione. Vorremmo, infine, porre un quesito al Sindaco: è sicura che tutti, ma proprio tutti i componenti della compagine politica che la sostengano abbiano i requisiti morali, etici, da Lei tanto decantati nella campagna elettorale del 2010, per ricoprire incarichi pubblici?

E al Presidente del Consiglio Alfredo Cassataro non sarebbe il caso di DIMETTERSI, vista la sua poco serenità delle vicende personali? 



Commenti

Post nella stessa Categoria