Petralia Sottana, arriva una speranza per salvare il punto nascita dell’ospedale

Petralia Sottana, arriva una speranza per salvare il punto nascita dell’ospedale
6 marzo 2014

Uno spiraglio sul punto nascita dell’ospedale Madonna dell’Alto è contenuto nella risposta che l’assessore alla sanità Lucia ospedalepetraliaBorsellino ha dato all’interrogazione dell’On. Salvatore Cordaro. Nella nota, tra l’altro, l’assessore, riguardo all’assistenza nelle zone disagiate, scrive che “si rimanda all’esito del procedimento di rimodulazione della rete ospedaliera – territoriale, il cui iter è in corso di definizione, che tiene conto di tale esigenza, derivante da particolari condizioni orografiche e di viabilità. Per l’identificazione di tali zone, rispondenti a precisi criteri, sarà dirimente il previsto parere obbligatorio della VI Commissione legislativa dell’ARS sull’intero atto di programmazione.” A dare notizia della nota è il presidente del consiglio di Petralia Soprana Leo Agnello che assieme al vice sindaco Francesco Gennaro avevano sollecitato all’on. Cordaro un intervento per fare chiarezza in merito alla problematica del punto nascita di Petralia Soprana. “Dobbiamo continuare  tutti insieme, comune capofila sede dell’ospedale e  il suo sindaco Santo Inguaggiato, sindaci, presidenti di consiglio,  assessori e consiglieri dell’intero comprensorio, – afferma Leo Agnello – a difendere le Madonie e a vigilare sull’ospedale Madonna dell’Alto presidio indispensabile per la vita di questo territorio. Ho apprezzato – conclude Agnello – che negli ultimi mesi il Commissario dell’ASP Antonino Candela ha voluto evidenziare la presenza dell’Azienda Sanitaria Provinciale sul territorio come valenza pubblica a  presidio della salute dei cittadini Madoniti.”



Commenti

Post nella stessa Categoria