Polizzi Generosa, affidato il feudo Vermumcaudo

Polizzi Generosa, affidato il feudo Vermumcaudo
11 marzo 2014

Un vigneto sperimentale nel feudo Vermumcaudo sequestrato alla mafia. Tre cooperative di produzione impianteranno verbumcaudo_2oltre 20 mila viti a Verbumcaudo, nelle Madonie, a Polizzi Generosa. Il terreno sequestrato alla mafia confina inoltre con il comune di Vallelunga Pratameno in provincia di Caltanissetta. Alla consegna, perla quale è stato scelto un giorno simbolico nella quale si ricorda l’uccisione del sindacalista Placido Rizzotto, erano presenti Sonia Alfano (presidente della commissione contro il crimine organizzato del Parlamento europeo), il senatore Beppe Lumia (componente dell’Antimafia nazionale) ed una larga rappresentanza dei 18 sindaci del comprensorio.

“Germogli di speranza”. Questo lo slogan scelto per l’iniziativa e che richiama alle vocazioni agricole delle Madonie e propone un modello di sviluppo rivolto in particolare ai giovani.
Le tre cooperative che si occuperanno di gestire il vigneto sono la “Pio La Torre”, la “Placido Rizzotto” e la “Lavoro e non solo”. Una storia che si conclude solo oggi e che è iniziata nel lontano 1987 con il sequestro del feudo da parte di Giovanni Falcone al boss Michele Greco.
Scontata la presenza del sindacalista CGIL di Polizzi Vincenzo Liarda, il quale, alla cerimonia di consegna, si trovava a fianco delle cooperative. Lo stesso Liarda, vittima di alcuni atti intimidatori da parte della criminalità organizzata, ha così commentato: “Oggi non posso trattenere tutta la mia emozione ma anche la soddisfazione di restituire alla produzione e alla legalità un bene che creerà posti di lavoro”.

In verità già parte del feudo era stata assegnata alle tre cooperative in questione per produrre cereali. Solo nell’ultimo anno sono state prodotte 175 tonnellate di grano in 70 ettari. In altri 70 ettari sono state prodotte inoltre 70 tonnellate di ceci.



Commenti

Post nella stessa Categoria