Valtellina WebTaormina WebBlogSicilia

Domenica delle palme a Gangi tra eventi e telecamere del programma Kilimangiaro

Domenica delle palme a Gangi tra eventi e telecamere del programma Kilimangiaro
8 aprile 2014

Al via le celebrazioni e manifestazioni della santa Pasqua a Gangi con la“Casazza” e la domenica delle Palme. Due manifestazioni patrocinate dal Comune di Gangi e organizzate da associazioni locali, volontari, confraternite e clero locale. Un palcoscenico naturale, il “Calvario”, cuore dei riti della Settimana Santa e gli spazi adiacenti, la chiesa di Santa Maria di Gesù, ospiteranno l’11, 12 e 13 Aprile, con due spettacoli, alle 20 e alle 22, una piece teatrale che ripercorre alcuni dei momenti più significativi della vita e della morte di Gesù di Nazareth, lo spettatore sarà dentro la scena e potrà seguire il tutto come in un film, un prologo e cinque parti per complessivi 22 quadri. Oltre cento le figure e attori che partecipano all’evento.

Ma la kermesse più nota e tra le principali feste cattoliche d’Italia che ogni anno richiama fedeli da tutta l’isola è la sacra processione della domenica delle Palme con i suoi millenari riti, usi e costumi suscita un’intensa partecipazione popolare. Patrimonio immateriale ha come caratteristica, oltre all’aspetto prettamente cattolico e rituale, l’unicità della presenza della figura del tamburinaro, due per ogni confraternita, che sfileranno in processione. L’appuntamento per la processione (ogni anno organizzata a turno da una delle dodici confraternite) è per le 7,30 del mattino davanti la Chiesa di Piedi Grotta, dove avverrà la spartizione delle palme e l’allestimento de “Cunocchia”.

Un tam tam sin dalle prime ore della giornata si diffonderà lungo il dedalo medievale del centro abitato e annuncia l’ingresso di Gesù Cristo in Gerusalemme. Caratteristica del corteo sacro sono i “fratelli” che incedono, tra stendardi e tradizionali casacche, portando a spalla le pesanti palme, adornate con fiori e datteri ma principalmente con minuscole manifatture a forma di croce e canestrini ottenuti abilmente dall’intreccio delle foglie più tenere delle palme, fissate attorno a un asse centrale in legno detto “cunocchia”. Singolare è l’abbigliamento dei confrati: una tunica bianca, coperta da un mantello (di colore diverso per ognuna delle dodici confraternite) e il classico abitino, a precederli due Tamburinara che indossano le rubriche, antichi paramenti sacri del Settecento ricamati in oro e argento.

La partenza del corteo sacro è fissata per le nove e attraverserà un percorso fissato da tradizione secolare. La processione concluderà il suo periplo davanti la Chiesa Madre dove, alle ore 12, è prevista la celebrazione della solenne celebrazione eucaristica officiata da padre Pino Vacca. Ma prima della messa ad annunciare il clima festoso: la “Tamburinata”, i ventiquattro Tamburinara, due per ogni confraternita, daranno luogo a una spettacolare ed emozionante esibizione percuotendo contemporaneamente gli enormi tamburi che all’unisono diffondono nell’aria un ritmo che è possibile udire anche a distanza di chilometri.

“Per la nostra comunità è un importantissimo evento – ha detto il sindaco di Gangi Giuseppe Ferrarello – un momento di partecipazione e condivisione e di profonda religiosità, sono tanti i fedeli che arrivano da ogni parte di Italia per ammirare la nostra processione, collateralmente ospiteremo anche un raduno di Ferrari del Club Villeneuve di Palermo, inoltre quest’anno grazie alla disponibilità della ditta Migliazzo sarà attivato il servizio navetta gratuito, dalle ore 9,30 alle 14, dallo spiazzo Bar U specchiu a piazza san Paolo”.

Palazzo Bongiorno, sabato e domenica ospiterà una mostra del famoso pane artistico realizzata dal maestro panettiere, uno dei pochi in Italia, Francesco Logiudice sarà possibile ammirare l’ultima cena in pasta di pane e i simboli della processione della Domenica delle Palme di Gangi”.

E ancora sempre domenica a partire dalle 17 ritornano le telecamere di Rai 3, con la troupe delle Falde del Kilimangiaro saranno presenti Licia Colò e Dario Vergassola. Gangi è l’unico Comune siciliano scelto per partecipare al concorso nazionale “Il borgo dei Borghi” indetto da Rai tre in collaborazione con il club dei Borghi più belli d’Italia. Dopo il voto dei telespettatori che si è chiuso lo scorso 6 aprile, domenica 20, giorno di Pasqua, in una speciale serata sarà ufficialmente comunicato il Comune Italiano che è stato insignito del titolo di Borgo dei Borghi d’Italia.



Commenti

Post nella stessa Categoria