A rischio 31 milioni per mobilità internazionale a fini formativi

A rischio 31 milioni per mobilità internazionale a fini formativi
7 maggio 2014

Sono ad altissimo rischio gli oltre 31 milioni di euro dello strumento di attuazione del Fondo sociale europeo “Sovvenzione Globale Sicilia Futuro”, in particolare quelli destinati all’azione per la mobilità internazionale ed interregionale di giovani, laureati, tirocinanti, stagisti.

Lo denuncia il parlamentare regionale del MpA Toti Lombardo, con una interpellanza urgente al Presidente della Regione e all’Assessore per la formazione.

Il deputato ha infatti analizzato l’utilizzo dei fondi programmati per gli Assi IV e V del Fondo Europeo (in totale poco meno di 47 milioni di euro), scoprendo che soltanto una minima parte, esattamente 15.182.040 sono stati effettivamente utilizzati e soltanto per la prima delle due azioni.

“L’uso di questi fondi – afferma Lombardo – ha un valore strategico per lo sviluppo di professionalità e competenze ma anche per creare una rete di rapporti internazionali oggi certamente indispensabili in un’ottica di sviluppo globale dei mercati e delle relazioni economiche.” “Queste azioni sono infatti finalizzate – ricorda infatti il parlamentare – al potenziamento del capitale umano e alla promozione della mobilità, sia in entrata che in uscita, degli studenti, dei lavoratori, dei ricercatori, attraverso interventi per la realizzazione di periodi di stage e tirocini, sia in realtà aziendali e centri di ricerca localizzati in Sicilia che in realtà di prestigio estere, destinati a favorire lo sviluppo di competenze e l’inserimento lavorativo.”

Secondo gli ultimi dati disponibili, infatti, a febbraio è stata pubblicata la graduatoria dei beneficiari dei contributi dell’azione IV, ma nessuna notizia è disponibile su come e quando saranno impegnate le somme per l’azione V, che è quella legata all’internazionalizzazione, quando ormai mancano pochi mesi alla scadenza ultima per l’impegno delle somme, che dal 2015 non potranno più essere utilizzate.

Da Lombardo arriva quindi una proposta rivolta al Presidente Crocetta e all’Assessore Scilabra per sbloccare al più presto almeno una parte dei fondi.

“Alcuni milioni di euro – afferma il parlamentare catanese – possono essere immediatamente sbloccati facendo scorrere le graduatorie degli idonei dell’azione IV, permettendo di ridurre il rischio di perdere le somme e allo stesso tempo dando la possibilità da centinaia di giovani siciliani di avere una grande occasione formativa con buone prospettive occupazionali.”

“Mi aspetto dal Governo una risposta concreta – conclude Lombardo – perché non si comprenderebbe, mentre la Regione è affannosamente alla ricerca di modi per impegnare i fondi della programmazione 2007 2013, perché rinunciare a questa occasione.”



Commenti

Post nella stessa Categoria