Castelbuono, Notte dei musei: canti cunti e sciuri di Sicilia

Castelbuono, Notte dei musei: canti cunti e sciuri di Sicilia
9 maggio 2014

La notte porta consiglio; quella del 17 maggio porta cultura. Il Museo Civico, il Museo Naturalistico Francesco Minà Palumbo, la Biblioteca Comunale ed il Centropolis aderiscono alla “Notte dei Musei”, iniziativa di portata internazionale che vede uniti, e svegli, tantissimi musei di tutta Europa, pronti ad accogliere gratuitamente, ben oltre il tramonto, i visitatori. Anche a Castelbuono, dunque, il 17 maggio 2014 le istituzioni culturali offriranno eventi speciali, visite guidate e aperture gratuite nei luoghi della cultura, attraverso un percorso multisensoriale tra le note dei canti, quelle meno note dei cunti e le note profumate dei sciuri di Sicilia.
Il programma avrà inizio alle ore 16:00 presso l’ex monastero di Santa Venera (Badia), con la mostra mercato di piante a cura  dell’I.P.A.A. Luigi Failla Tedaldi; seguiranno le letture di “Proverbi e cunti” a cura della Biblioteca Comunale e la conferenza dal titolo “I fiori ed i paesaggi di Sicilia” a cura del prof. Rosario Schicchi, presso la sala delle Capriate, al termine della quale allieteranno le orecchie le musiche de “A nova orquestra”: “Ciuri di ciclaminu, e çiuri di inestra, sona, sona, a nova orquestra: fiori e note per una serata di maggio”.
Dalle 22:00 la programmazione continuerà all’interno del castello dei Ventimiglia con lo spettacolo teatrale “Magarìa (affabulazioni siciliane)” di e con Marco Manera. Concluderà il ricco programma il concerto dell’Associazione Culturale Duende “Abacu, Soffio di gelsomini. Il canto in Sicilia tra tradizione e poesia contemporanea”, che attraverso un rinnovato connubio mistico tra la parola di oggi e la musicalità delle radici consegnerà a Morfeo, o alla notte che è giovane per chi la vive, le chiavi di un sonno si spera pregno di nuovi spunti.

 

 



Commenti

Post nella stessa Categoria