Dal 4 giugno stop alle auto in via Maqueda

Dal 4 giugno stop alle auto in via Maqueda
28 maggio 2014

Dal 4 giugno prossimo la chiusura al traffico automobilistico di Via Maqueda diverrà permanente, sette giorni su sette, dalle 10 del mattino alle ore 20. Lo ha deciso la Giunta comunale oggi pomeriggio, che ha dato anche il via alla realizzazione entro l’anno di sei aree pedonali già indicate dal Piano Generale del Traffico Urbano.

Sono state inoltre previste numerose altre aree pedonali da realizzare entro il 31 dicembre nei quattro mandamenti del centro storico, che successivamente saranno rese pubbliche nel dettaglio.

Le decisioni della Giunta sono state illustrate nel corso di una conferenza stampa dal sindaco Leoluca Orlando insieme agli assessori alla Mobilità Giusto Catania e al Verde Francesco Maria Raimondo.

Per Via Maqueda è stato stabilito che le eccezioni al divieto di transito saranno limitate ai veicoli delle forze dell’ordine e alle ambulanze, esclusivamente quando si muovono in emergenza, e ai residenti, i quali dovranno richiedere appositi lasciapassare. Rimarranno aperti anche i varchi per l’attraversamento della strada già esistenti nelle ore di chiusura al traffico automobilistico.

L’arredo floreale della strada sarà integralmente rinnovato, con fioriere in metallo ancorate a terra, e si creerà anche una pista ciclabile sempre nel tratto tra la Via Cavour e i Quattro canti. E’ previsto in un prossimo futuro che la pista ciclabile proseguirà fino alla Cattedrale, per poi tornare davanti al Teatro Massimo, così da formare un circuito completo.

Le sei aree pedonali che si realizzeranno nei prossimi mesi (in allegato le piantine topografiche) saranno:

1)      Piazza Papireto, Vicolo Papireto, Via dei carrettieri e Via Gianferrara;

2)      Estensione Piazza Verdi e Via Rossini;

3)      Piazza S. Anna, Via Lattarini, Vicolo Lattarini e Discesa dei Giudici;

4)      Vie Ospizio di Beneficienza e N. Garzilli;

5)      Via Folengo e Guarino Amella;

6)      Via A. Paternostro.

Per Via Maqueda e le sei zone pedonalizzate, è stato previsto che la Polizia Urbana faccia una relazione quindicinale per eventuali aggiustamenti, e si creerà una commissione tecnica con le categorie economiche interessate per un costante monitoraggio della situazione.

Sempre entro il 31 dicembre di quest’anno saranno create numerose altre isole pedonali nei quattro mandamenti del centro storico, e si procederà progressivamente dal primo al quarto. Saranno quindi realizzate entro il 31 luglio le isole pedonali del primo mandamento “Tribunali”; entro il 30 settembre quelle del secondo mandamento “Palazzo Reale”; entro il 31 ottobre quelle del terzo mandamento “Monte di Pietà”; entro il 31 dicembre quelle del quarto mandamento “Castellammare”.



Commenti

Post nella stessa Categoria