Cisl scuola. Approvato in aula modifica a testo su natura rapporti di lavoro degli operatori degli Sportelli.

Cisl scuola. Approvato in aula modifica a testo su natura rapporti di lavoro degli operatori degli Sportelli.
29 maggio 2014

E’ stato approvato in aula  all’Ars questo pomeriggio, il sub emendamento al testo sui contratti degli operatori della Formazione che dovranno occuparsi delle azioni del Piano Giovani, che ha modificato la natura dei rapporti di lavoro. Di fatto è stata inserita alla frase “forme contrattuali flessibili”, l’espressione “di lavoro subordinato”.  “La Cisl si è battuta ieri in Commissione Lavoro all’Ars e i lavoratori in piazza per ottenere questa modifica – spiega Giovanni Migliore Segretario Cisl Scuola con delega alla Formazione professionale – e con il passaggio del voto in aula di oggi, si eviterà l’insorgere di rapporti di lavoro precari come i Cocopro, mantenendo invece i rapporti di lavoro a tempo determinato in attesa della strutturazione dei servizi per l’impiego e dunque delle garanzie definitive per tutti i lavoratori”. Sullo Ial la Cisl aggiunge “senza voler entrare nel merito della decisione sulla revoca, avremmo auspicato che l’amministrazione regionale, prima di mettere fuori altri 800 lavoratori di fatto raddoppiando il numero degli operatori che perdono il posto a causa delle revoche, avesse trovato soluzioni di tutela con un azione di responsabilità. Chiediamo all’assessore Scilabra, un atto di responsabilità con soluzioni immediate per tutti i lavoratori coinvolti in questa vicenda”. 

Alla Regione la Cisl ribadisce inoltre le richieste di “provvedere subito a mettere in campo tutte le misure per assicurare la tutela occupazionale dei lavoratori degli sportelli multifunzionali, a garantire il pagamento di tutte le competenze fin qui maturate dai lavoratori e non ancora corrisposte e infine di avviare subito una strutturazione dei servizi per l’impiego ed il lavoro in Sicilia, necessaria ed indispensabile per potere gestire tutte quelle attività in materia di lavoro e formazione che altrimenti non potranno essere erogate e che, già, in altre regioni ė stata realizzata”.



Commenti

Post nella stessa Categoria