Valtellina WebTaormina WebBlogSicilia

Caltavuturo: protocollo d’intesa per l’adozione dei randagi

Caltavuturo: protocollo d’intesa per l’adozione dei randagi
4 maggio 2017

L’Amministrazione comunale di Caltavuturo rappresentata dal sindaco Domenico Giannopolo e dal vicesindaco ha sottoscritto un protocollo d’intesa con l’associazione TAV Caltavuturo rappresentata da Pino Farella e Giuseppe Di Giorgi e diversi cacciatori del territorio.

L’accordo, per quanto riguarda la prevenzione del randagismo, prevede una campagna di sensibilizzazione all’adozione dei cani presenti attualmente nel canile territoriale di Isnello da parte della Associazione TAV Caltavuturo (sono già pervenute 10 richieste di adozione di 11 cani), e l’individuazione di una zona per l’addestramento cinofilo. L’affidamento in adozione dei cani comporta l’erogazione di un contributo una tantum iniziale di 400 euro più duecento euro annui per i tre anni successivi.

Il protocollo d’intesa prevede inoltre una campagna di ripopolamento per cinque anni del coniglio selvatico nel territorio di Caltavuturo sotto la sorveglianza della Ripartizione Faunistica Venatoria. Il ripopolamento avverrà con l’introduzione ogni anno per cinque anni nel territorio di 400 esemplari di conigli. Il Protocollo d’intesa verrà finanziato con i risparmi derivanti dal fine ricovero dei cani nel canile di Isnello la cui incidenza annuale era di circa 22.000 euro annui.

 



Commenti

Post nella stessa Categoria