Bufera sulle regionali, accuse di compravendita di voti per Tamajo

Bufera sulle regionali, accuse di compravendita di voti per Tamajo
11 novembre 2017

Un altra bufera sulla nuova Assemblea regionale siciliana ancora prima dell’insediamento. Dopo l’arresto di Cateno De  Luca, eletto tra le liste Udc a sostegno del nuovo presidente Nello Musumeci, è arrivato oggi un avviso di garanzia per un deputato eletto nella lista di centrosinistra Sicilia Futura, Edy Tamajo.

Il sospetto dietro l’indagine è che Tamajo abbia comprato alcune delle 14mila preferenze che ne hanno garantito l’elezione, facendone il più votato nella circoscrizione di Palermo e il terzo più votato nell’isola. Proprio a Palermo si sarebbero tenute le presunte “compravendite”,e ogni voto sarebbe stato pagato 25 euro.

 

L’accusa è quella di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione elettorale. Contestualmente alla notifica dell’avviso di garanzia, la Guardia di Finanza ha perquisito il suo comitato elettorale. La prossima settimana Tamajo comparirà davanti ai magistrati che seguono l’inchiesta.



Commenti

Post nella stessa Categoria