L’ultimo regalo dell’On. Culotta, finanziamenti per le scuole. C’è pure Pollina

L’ultimo regalo dell’On. Culotta, finanziamenti per le scuole. C’è pure Pollina
7 febbraio 2018

Una pioggia di finanziamenti è in arrivo per l’edilizia scolastica nel palermitano. Tra i 1.739 interventi previsti in tutta Italia (per un importo di 1,058 miliardi di euro), 11 milioni saranno destinati infatti a molti Comuni della provincia di Palermo, che potranno partire subito con i lavori. Ne da notizia la deputata uscente Magda Culotta, che aggiunge: “E’ proprio vero, buone politiche danno buoni risultati e oggi sono particolarmente felice perché a fine legislatura raccogliamo i frutti di un lavoro partito da lontano, che trova concretezza in importanti interventi per le nostre scuole”.

Nel dettaglio, gli interventi riguardano Bagheria, dove sono stati finanziati 3 progetti di manutenzione (scuola Civello 770 mila euro, Bagnera 900 mila euro, Guttuso 385 mila euro), Villabate (2 milioni di euro per la scuola  Don Milani), Petralia Sottana (scuola Terranova, 2 milioni di euro), Cerda (Istituto Pirandello 1,5 milioni di euro), Mezzojuso (Istituto Buccola 1,6 milioni di euro), Valledolmo (720 mila euro per la scuola dell’infanzia), Collesano (424 mila euro per la scuola materna) e infine 700 mila euro per l’istituto Pertini di Pollina.

“Queste risorse sono destinate prevalentemente alla sicurezza delle scuole e quindi dei nostri figli – continua Magda Culotta – come ad esempio l’adeguamento alla normativa antisismica degli edifici, stanziato dalla Legge di bilancio per il 2017, che abbiamo votato a fine 2016. Sono fiera di poter gioire, alla fine del mio mandato, di questo grande risultato ottenuto grazie al lavoro del gruppo parlamentare del Pd e di chi come me si è spesa sin dal primo giorno in Parlamento per migliorare l’edilizia scolastica. Un augurio – conclude il sindaco dem – ai colleghi dei comuni beneficiari, ma anche e soprattutto agli alunni, ai genitori e agli insegnanti e ai dirigenti scolastici, che presto potranno avere delle scuole più sicure e più accoglienti».



Commenti

Post nella stessa Categoria