Santo Inguaggiato nuovo presidente del Gal Isc Madonie

Santo Inguaggiato nuovo presidente del Gal Isc Madonie
11 febbraio 2018

Il nuovo Consiglio di Amministrazione del GAL ISC MADONIE, nominato dall’Assemblea dei soci del 26/01/2018, si è ufficialmente insediato negli scorsi giorni. Fanno parte del nuovo CdA i seguenti cinque componenti di parte pubblica e sei componenti di parte privata: Domenico Porretto (Sindaco di Montemaggiore Belsito), Santo Inguaggiato (Vice Sindaco di Petralia Sottana), Angelo Conti (Sindaco di Valledolmo), Giuseppe Costanza Gaglio (Consigliere comunale di Lascari), Antonino Mancuso Fuoco (Consigliere comunale di Nicosia), Davide Bellavia (Associazione Rosamarina Lake), Croce Salvatore Scelfo (B.C.C. S. Giuseppe di Petralia Sottana), Vincenzo Geloso (Associazione Sicily Tourist Club), Laura Di Garbo (Consorzio Agrituristico Le Terre di Mezzo Madonie), Nicola Blando (B.C.C. Mutuo Soccorso di Gangi), Enza Pisa (FLAI CGIL Palermo).

Nella seduta di insediamento, sono stati eletti all’unanimità Santo Inguaggiato – Presidente e Enza Pisa – Vice Presidente. Santo Inguaggiato, già docente negli istituti di istruzione secondaria, dirigente sindacale con incarichi di primo piano nella Cgil a livello regionale e nazionale, in particolare nei settori scuola, università, ricerca e mercato del lavoro. E’stato Presidente dell’ Organismo Bilaterale Confindustria-Sindacati Cgil-Cisl-Uil Sicilia e componente il Consiglio Nazionale P.I. dal ‘ 97 al 2007, anno in cui è stato eletto per due mandati consecutivi sindaco di Petralia Sottana dove attualmente e’ vice sindaco. Giunge al Gal con una solida esperienza e con la passione che ne ha sempre contraddistinto l’impegno politico.

Le prime dichiarazioni del Presidente neo eletto sono state: “La nuova programmazione del GAL accompagnerà per i prossimi anni i processi di sviluppo di uno dei territori rurali più estesi, tra quelli nei quali si sperimenta l’Approccio L.E.A.D.E.R. in Sicilia. Quasi il 90% delle risorse del P.A.L. saranno destinate alle imprese del territorio, nell’intento di raggiungere uno degli obiettivi principali: la crescita dell’occupazione nei settori dell’agroalimentare, dell’artigianato, del commercio, dei servizi turistici e della ospitalità extra alberghiera.
Un altro importante obiettivo è rappresentato dalla assoluta necessità di creare strumenti di rete tra gli operatori. Saranno quindi sostenute cinque reti di filiera nel settore agroalimentare (Cerealicola, Olivicola, Zootecnica, Ortofrutticola e delle Erbe officinali), una nel settore turistico e due nel settore dell’inclusione sociale. Ringrazio il Presidente uscente, Bartolo Vienna, e tutti i consiglieri che insieme a lui hanno avviato la fase di concertazione e di programmazione di questo importante Piano. A noi adesso il compito di realizzarlo con un lavoro collegiale di tutto il Consiglio, all’interno del quale sono presenti preziose competenze ed esperienze, già individuate nelle fasi di concertazione tra i Centri Stella e le strutture sovra territoriali, e adesso trasformate in piena disponibilità all’atto dell’ insediamento.



Commenti

Post nella stessa Categoria