Audi A6 l’ammiraglia alla quinta generazione

Audi A6 l’ammiraglia alla quinta generazione
23 marzo 2018

Con questa sono cinque. Cinque generazioni di Audi A6. Per ora si mostra nella sola variante tre volumi, che arriverà in vendita a giugno, alla quale si affiancherà più avanti la Avant che, in Italia, interesserà la maggior parte delle vendite. Esteticamente l’auto è stata ridisegnata da zero. Ha calandra più grande, linee tese e muscoli ben in vista. Dietro, a collegare i due fari posteriori, compare una vistosa cromatura orizzontale. Figlia della galleria del vento, la nuova A6 è la più aerodinamica di sempre, con Cx di 0,24. A livello di telaio la vettura, che può essere dotata di quattro diversi tipi di sospensioni (convenzionali, sportive, pneumatiche e a controllo elettronico), porta al debutto le quattro ruote sterzanti, con il retrotreno che aumenta l’agilità a basse velocità e la stabilità ad andature più elevate.

A tutta tecnologia – Moderna e all’avanguardia per antonomasia, la nuova A6 aumenta di molto la quantità di dispositivi elettronici a bordo. In tema di infotainment la vettura tedesca presenta due monitor al centro della plancia: quello principale ha una dimensione di 10”1, quello secondario, posto sotto, ha una diagonale di 8”6. La versione al top di gamma di questo sistema è già predisposta per accogliere, in futuro, la funzione di ricerca automatica del parcheggio (Garage Pilot). Sulla A6 c’è anche un terzo schermo, da 12”3, dietro il volante. Il Virtual Cockpit – così si chiama – raccoglie tutta la strumentazione ed è ampiamente configurabile. Sulla A6, infine, è presente anche l’head-up display.

Verso la piena autonomia – La berlina di Ingolstadt compie un enorme passo in avanti anche in termini di sicurezza attiva. L’auto monta il sistema zFAS, vero e proprio cervellone centrale che coordina i tanti sensori a bordo. La nuova A6 può essere equipaggiata con cinque radar, cinque telecamere, 12 sensori a ultrasuoni e uno scanner laser. In questo modo l’auto, oltre ad avere i già noti dispositivi di ausilio alla guida, può fare affidamento a versioni evolute del cruise control adattativo e dell’Efficiency Assist, acquisendo così la capacità di percorrere in autonomia lunghi tratti di strada.

Elettrificazione totale – A livello di motorizzazioni, la nuova Audi A6 si propone in gamma con sole versioni elettrificate equipaggiate con batteria al litio e alternatore in grado di attivare la funzione di veleggio a velocità comprese tra i 55 e i 160 km/h. Sulle A6 a 4 cilindri l’impianto lavora a 12 Volt mentre su quelle a 6 cilindri il sistema ibrido lavora a 48 Volt. Al momento del lancio si potrà scegliere tra la V6 3.0 TFSI da 340 CV e 500 Nm di coppia (l’unica a benzina) e le turbodiesel 2.0 TDI da 204 CV e 400 Nm e le V6 3.0 declinate nelle varianti da 231 CV e 500 Nm e da 286 CV e 620 Nm. Due le trasmissioni: il doppia frizione S tronic a sette marce e, sulle turbodiesel V6, l’automatico a otto rapporti Tiptronic. Due anche gli schemi di trazione, anteriore o integrale quattro.

In collaborazione con www.revup.it



Commenti

Post nella stessa Categoria