Parte con la “Serpentina” il primo Himera Rally

Parte con la “Serpentina” il primo Himera Rally
7 luglio 2018

Saranno sessanta, 40 a bordo delle auto moderne e 20 a bordo delle autostoriche, gli equipaggi che questa sera, a ordine inverso, affronteranno il prologo della prima edizione dell’ Himera Rally.

A partire dalle 19.40, le vetture partiranno dalla centralissima piazza Duomo di Termini Imerese alla volta della “Serpentina” dove alle 20.01, prenderà il via la prima prova speciale in programma.

La manifestazione, organizzata dall’Automobile Club Palermo, in sinergia con il Team Palikè, la Scuderia Himera Corse e la Targa Racing Club Cerda, valida per il Trofeo Rally Sicilia, proseguirà domenica con altre otto speciali prima di incoronare il vincitore, nel tardo pomeriggio della stessa giornata, a Caccamo intorno alle 18.00.

La vera e propria sfida sportiva sarà allora quella del secondo giorno di gara quando andranno in scena le rimanenti otto prove speciali; la “Caltavuturo”, della lunghezza di ben 15 km, da ripetersi due volte (alle 8.44 ed alle 12.46), quindi delle prove speciali “Sciara della lunghezza pari a 7 km netti (orari del teorico primo passaggio alle 9.58, alle 14.00 ed alle 16.34) e “Cangemi”, questa da 9 km ( prevista alle 10.42, alle 14.44 ed alle 17.18), entrambe da coprirsi per tre volte.

Il principale favorito è l’asso cerdese Totò Riolo, come sempre affiancato dal palermitano Gianfranco Rappa. L’equipaggio schierato dalla Cst Sport avrà a disposizione una Peugeot 208 T16 R5 della I.M. Motorsport.

Una lotta di sicuro “appeal” la si vivrà tra le Super 1600, con la presenza di Riccardo Arceri e Marco Pollicino, con una Renault Clio S1600 e dell’ex campione siciliano di categoria, Giuseppe Alioto, alla guida della consueta Fiat Punto S1600 iscritta dal Team Automobilistico Phoenix, su cui siederà anche Alessandro Anastasi.

Da tenere d’occhio in classe N4 Matteo Di Sclafani e Antonio Cannavò della partita con una Subaru Impreza Sti. Altro pretendente al successo finale, sarà Roberto Lombardo che dividerà l’abitacolo della sua Renault Clio Williams della Caltanissetta Corse con Alessio Spanò. Nel 1° “Trofeo dei Quattro Castelli”, riservato alle autostoriche, la lotta per il successo sarà determinata da un poker di Porsche 911 affidate nelle mani di Natale Mannino e Franco Granata, Claudio e Ciccio La Franca, Sandro Filippone e Luigi Aliberto e Mauro Lombardo e Rosario Merendino.

 

 

 

 



Commenti

Post nella stessa Categoria