A Finale la festa in onore di Maria Santissima della Lettera

A Finale la festa in onore di Maria Santissima della Lettera
9 agosto 2018

A 13 chilometri da Cefalù, è l’ultimo paese prima di addentrarsi nella provincia di Messina.

Anche per questa vicinanza, soprattutto per via di influenze storiche, a Finale (nel comune di Pollina) ogni anno la seconda domenica di agosto si onora Maria SS. della Lettera – più nota come patrona della città di Messina – con festeggiamenti tipici della tradizione popolare.

Il culto è recente tanto quanto lo è il paese di Finale, vecchio borgo di ulivi che ha conosciuto espansione e crescita nell’arco di sessant’anni. Bastevoli per sedimentare un culto religioso nei suoi abitanti, invero originari da altri paesi vicini, come Pollina, San Mauro, Geraci o Pettineo. Questo carattere vario ha reso nel tempo Finale crocevia e luogo di accoglienza.

La Madonna della Lettera, titolare della parrocchia, ha una sua icona conservata nella chiesa parrocchiale di Finale che anche quest’anno verrà portata in processione lungo le vie del paese nella giornata di domenica.

Il programma dei festeggiamenti ha già avuto inizio nel corso della settimana, con momenti di ritrovo e giochi tradizionali rivolti soprattutto ai più giovani. Su iniziativa del parroco, don Giuseppe Amato e dei suoi collaboratori, quest’anno un altro momento suggestivo – tipico delle borgate marinare – caratterizzerà la festa. Venerdì 10 agosto infatti il simulacro della Vergine Maria (conservato nella Chiesa Torre) attraverserà tutta la costa fino alla foce del fiume Pollina e ritorno. Nello slargo sotto la Torre sarà svolta la benedizione del mare, un rito tipico e suggestivo che a Finale però ha carattere inedito.

Sabato 11 agosto la festa entra nel vivo con lo sparo di mortaretti e il suono delle campane a distesa. Nella serata animeranno i Samizdat (cover band ufficiale dei Nomadi) presso il Teatro Parco Urbano. Domenica, dopo l’alborata, contribuirà a fare festa il giro della banda musicale ACM Apollonia e i giochi tradizionali nel Piazzale Torre, in particolare la ‘Ntinna a mari. La messa solenne vedrà la comunità riunita alle 20, per poi attraversare il paese in processione alle 21. Concluderanno i festeggiamenti i fuochi d’artificio dal Piazzale della Chiesa parrocchiale alle 23.

 

Sofia D’Arrigo



Commenti

Post nella stessa Categoria