Cefalù: un fulmine a ciel sereno per l’ospedale

Cefalù: un fulmine a ciel sereno per l’ospedale
6 ottobre 2018

Alcune indiscrezioni trapelate ieri per bocca dell’Assessore regionale alla Salute hanno colpito Cefalù e l’Ospedale Giglio come un fulmine a ciel sereno.

Intervenuto in un convegno nel capoluogo, l’Assessore Razza ha annunciato uno sblocco nelle assunzioni per diversi precari che saranno stabilizzati e, a margine, ha preannunciato la chiusura del centro di Pantelleria che registra nascite zero e del centro nascite di Cefalù, in deroga al momento, che ha registrato poco più di quattrocento parti.

Dopo le parole di Razza, il presidente della Fondazione Giglio il dott. Giovanni Albano ha dichiarato: “Non esiste un atto ufficiale e formale riguardo alla vicenda del punto nascite” e ha aggiunto che lunedì si recherà in assessorato per avere ulteriori chiarimenti.

La comunità è balzata per l’acuto espresso, nel nuovo piano sanitario infatti, quello di Cefalù è un ospedale di primo livello e pertanto deve avere necessariamente un centro nascite.



Commenti

Post nella stessa Categoria