Trovare lavoro, sette buone pratiche da non dimenticare

Trovare lavoro, sette buone pratiche da non dimenticare
7 dicembre 2018

In un tempo in continua evoluzione, anche il modo di cercare lavoro è totalmente cambiato. Con l’avvento di Internet, in particolare, per trovare occupazione uno dei primi passi è l’invio del curriculum vitae come risposta a un annuncio online.

E’ facile però prendere sottogamba questo passaggio e destinare la propria candidatura nel cestino dei recruiting che invece, ogni giorno, aprono decine di curricula, quindi bisogna assicurarsi di captare la loro attenzione fin da subito. In che modo?

Ci sono alcune buone pratiche da poter osservare intanto. Sette consigli utili da seguire se si cerca un posto di lavoro, anche se non è semplice e rappresenta oggi più che mai una vera sfida. Non bisogna certo abbattersi.

 

#1. Mai candidarsi alla prima offerta di lavoro. Non essere frettoloso e non avere timore che non ci possano essere altri annunci di lavoro in linea con il tuo profilo. Non commettere l’errore di candidarti alla prima offerta che ti si presenta, presta la massima attenzione! Non è mai “tutto oro quel che luccica!”.

#2. Migliora il tuo profilo online
Sappi che le aziende oggi sono più raggiungibili online che non offline, pertanto non sperare che il tuo CV debba rimanere solo su un pezzo di carta che, con buona probabilità, verrà cestinato insieme ad altre migliaia di curriculum vitae.

Pertanto, lavora e migliora il tuo profilo professionale online, creati una sorta di brand e di reputazione, fatti trovare in rete dalle imprese.

#3. Promuovi te stesso attraverso la forza dei Social
È impossibile non essere presenti sui Social (Facebook, Linkedin, Twitter, Instagram, etc.): ricorda di promuovere il tuo profilo sui Social, ciò ti aiuta a trovare lavoro in modo smart e veloce.

#4. Non dire bugie
Per trovare lavoro all’epoca dei Social e di Internet, non c’è bisogno di “falsificare” il tuo profilo professionale: le bugie, in fin dei conti, hanno le gambe corte!

Rendere il proprio profilo più appetibile per le aziende, non significa arricchirlo con falsità e bugie, ma sii te stesso e metti in evidenza soprattutto i tuoi punti di forza.

#5. Creare Curriculum vitae da compilare in 3 step
Come compilare un CV ad hoc? Per trovare lavoro, in fin dei conti, bisogna “fare colpo” sui Recruiter, che ogni giorno si trovano ad esaminare migliaia e migliaia di CV.

Per compilare un CV che attragga l’attenzione di un addetto alle Risorse Umane, è fondamentale utilizzare un servizio web specializzato nella creazione e nella compilazione del Curriculum Vitae in soli 3 semplici steps: basta inserire i dati personali, aggiungere una descrizione del proprio profilo con indicazione dei titoli di studio, corsi, abilitazioni, etc., esperienze professionali pregresse, competenze, lingue, hobbies, interessi, etc.

Una volta compilato ad hoc, si ha la possibilità di scaricare il CV ed inviarlo.

#6. Allega al CV una lettera motivazionale
Non inoltrare mai il Curriculum Vitae sprovvisto di lettera motivazionale.

#7. Non gettare la spugna!
Mai gettare la spugna, ricerca costantemente sul canale telematico gli annunci di lavoro, e presenta la tua candidatura online rispondendo solo a quelli in linea con il tuo profilo.

Buona fortuna!

 



Commenti

Post nella stessa Categoria