In che modo Cefalù affronterà la stagione estiva?

21 marzo 2013

Ci troviamo alle porte della primavera: gli alberi in fiore, le giornate che si allungano, la temperatura diviene gradevole, il sole inizia a far capolino e con i suoi raggi dorati fa kefaaaarisplendere uno degli scorci più estatici della Sicilia: il Duomo incastonato in una cornice divina con la Rocca sovrastante, quest’ultima unica nel suo genere.

Il Duomo secolare, voluto da un re, è una delle nostre maggiori attrattive: il Cristo Pantocratore, spettacolo per gli occhi, trova spazio in numerose pubblicazioni religiose e culturali.
L’Osterio Magno, il Lavatoio medievale, il Museo Mandralisca sono luoghi in cui dimora una sacralità storica che rende Cefalù perla di cultura e tradizione.

Eppure…il declino cefaludese, iniziato già da tempo, non conosce sosta.
Come località marittima e turistica, abbiamo un porto in condizioni disastrate, incapace di incentivare qualsivoglia di turismo nautico.

Un altro simbolo della Cefalù turistica, il Lungomare, consuma il suo scempio anno dopo anno a causa di un abbandono volgare ed infruttuoso.
Le infrastrutture sono carenti: strade in pessime condizioni, traffico veicolare insostenibile, parcheggi assenti portano i turisti (e non solo) ad una condizione di stress che non possiamo permetterci in quanto località che genera produttività economica soprattutto con il turismo.

Il Comune, disagiato economicamente, non riesce ad effettuare alcuna manovra di recupero e ristrutturazione dei “loci amoeni” che tanto decantiamo ma che non riusciamo a sviluppare in maniera corretta.

Subiamo la competizione di molti borghi vicini; inoltre per svariate ragioni, in primis per la fiscalità, le nostre strutture ricettive vengono sconfitte a più riprese da Stati concorrenti che si affacciano sul Mediterraneo.

Nel tempo un sistema clientelare tra amministrazione e gruppi di potere ha permesso un corporativismo che blocca la libera impresa e nuoce allo sviluppo.
Si è tentato, durante gli anni 90″, di portare a Cefalù il “turismo d’elite”: anche in questo caso, senza cambiamenti strutturali dell’assetto cittadino, si è riusciti nell’intento poco o per nulla.
Manca poco alla stagione turistica e Cefalù si trova impreparata e desolata.
La città di Marsala terrà i mondiali di Kitesurf sul finire di giugno: sport, musica, moda, personaggi famosi renderanno questa manifestazione come una delle più importanti dell’anno in Sicilia.

Molte ombre oscure all’orizzonte: il sospetto è che per Cefalù la stagione turistica 2013 sarà un declino ancora maggiore di quello degli ultimi anni.

Stephen D’Avola

 

La foto è presa dall’indirizzo: gentlemangipsy.blogspot.com



Commenti

Post nella stessa Categoria