Gangi: nuovo regolamento per i contributi agli indigenti

Gangi: nuovo regolamento per i contributi agli indigenti
3 maggio 2013

Modificato il regolamento per la concessione dei contributi e per l’attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a favore di indigenti e portatori di handicap. Il consiglio comunale durante l’ultima seduta, presieduta da Francesco Migliazzo, ha approvato un’importante modifica che riguarda l’assistenza abitativa, in particolare per l’assegnazione di alloggi a uso gratuito o a canoni ridotti per quei nuclei familiari, privi di abitazione causa calamità naturali, eventi disastrosi, sfratto o per gravi difficoltà economiche e in situazioni di emarginazione sociale e ancora l’esenzione del pagamento della Tarsu e del canone dell’acqua, per le famiglie in particolari situazioni economiche. “In casi di comprovate esigenze economiche – ha detto l’assessore ai servizi sociali Maria Rosaria Vena – l’amministrazione comunale può esonerare totalmente il pagamento dal canone di locazione o l’esenzione di Tarsu o acqua, la modifica sostanziale del regolamento prevede però che i cittadini esonerati dal balzello, abili al lavoro, saranno chiamati, nel corso dell’anno di erogazione del beneficio, a svolgere attività di servizio civico per 90 ore mensili e per tre mesi”.

“Si tratta di un’importante innovazione – ha dichiarato il sindaco Giuseppe Ferrarello – i cittadini ricambieranno il beneficio ottenuto, senza sentirsi un peso per la comunità, svolgendo attività di pubblica utilità, come servizio di custodia, vigilanza e manutenzione di strutture pubbliche comunali, servizio di salvaguardia e manutenzione del verde pubblico, per non pregiudicare l’eventuale attività lavorativa, che potrebbe svolgere il beneficiario dell’esenzione, l’espletamento del servizio verrà concordato con gli ufficio servizi sociali”.



Commenti

Post nella stessa Categoria