Cefalù, riuscito l’intervento eseguito sulla “bambina” di Sciacca: l’operazione è durata circa tre ore

11 January 2014

CEFALU’ 11 GENNAIO 2014 – E’ tecnicamente riuscito l’intervento chirurgico eseguito su Martina”, la “bambina” di Sciacca che a 20 anni di età pesa solo 22 chili a causa della sindrome di Cornelia de Lange ovvero Antono Pace resp. u.o. di traumatologiascarsa crescita post natale. La corporatura della ragazza è, infatti, quella di una bambina di appena 5 anni.

L’intervento è stato eseguito, ieri sera, a poche ore dal ricovero al San Raffaele Giglio di Cefalù. Ad effettuarlo l’equipe di traumatologia del professore Antonio Pace, supportata dagli anestesisti coordinati da Giovanni Malta.

“L’operazione è durata circa tre ore , spiega Pace. Sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati. Le fratture dei colli del femore destro e sinistro sono state ricomposte e stabilizzate. Non ci sono state complicanze, aggiungono i sanitari. Il risveglio è andato bene e la paziente è stata trasferta già ieri, in tarda serata, nel reparto di traumatologia del “Giglio”. Qui ad attenderla, in una stanza appositamente allestita per la degenza della giovane, sono rimasti i genitori che hanno potuto riabbracciarla.

“E’ stata una espressione di buona sanità e di alto profilo professionale – ha commentato il commissario straordinario e direttore sanitario, Giuseppe Ferraraad opera di professionisti che sono presenti in questo ospedale e sono di auspicio per una sviluppo sempre migliore dell’assistenza sanitaria in Sicilia”. Apprezzamento per gli operatori è stato espresso dal direttore generale Carmela Durante che ne ha sottolineato “l’impegno e l’abnegazione quotidiana”.



Commenti

Post nella stessa Categoria