Il 21 giugno AVIS San Mauro invita la cittadinanza ad un semplice ma importante gesto di solidarietà

Il 21 giugno AVIS San Mauro invita la cittadinanza ad un semplice ma importante gesto di solidarietà
14 giugno 2014

Ad un mese e mezzo dalla costituzione dell’AVIS comunale San Mauro, la neonata associazione organizza per il 21 Giugno, presso il salone badia, la donazione del sangue. Un’iniziativa solidale a cui San Mauro risponde presente già da due anni, quando il forum Giovani, allora presieduto dall’attuale presidente dell’AVIS San Mauro Antonino Botindari, si mosse per primo al fine di sensibilizzare la cittadinanza ad un gesto semplice ma di vitale importanza. E la risposta della cittadina madonita è sempre stata all’altezza, visto che sono state raccolte più di 50 sacche di sangue. “La recente costituzione dell’AVIS comunale di San Mauro punta a migliorare il contributo in sangue, che finora la nostra comunità ha offerto nelle precedenti giornate di donazione organizzate dal Forum Giovani – afferma Botindari – L’AVIS è una Onlus che promuove la cultura della donazione e il diritto alla salute. Per promuovere la cultura della donazione ci stiamo muovendo tramite il web e i social network (è già attiva la pagina Facebook  https://www.facebook.com/avissanmaurocastelverde ); punteremo anche ad un approccio più diretto, tramite convegni e manifestazioni. La promozione della salute ci entusiasma molto e siamo sicuri che, con la collaborazione degli enti locali, riusciremo a realizzare ottime iniziative nei prossimi mesi.”

Inoltre, con l’arrivo dell’estate il bisogno di sangue aumenta. Si registra un calo delle donazioni e un effettivo aumento della necessità di sangue. Per questa ragione i membri dell’AVIS San Mauro si muovono già da tempo al fine di rendere il 21 Giugno una giornata da numeri record . E sono molte le ragioni per cui un gesto così semplice può valere tanto.

Per la loro funzione vitale il sangue e i suoi componenti trovano un ampio impiego terapeutico, vengono infatti utilizzati per la cura di numerose patologie e in alcuni casi di emergenza come rimedio indispensabile per la salvezza della vita del paziente.

Più precisamente il sangue viene impiegato in: servizi di primo soccorso ed emergenza, interventi chirurgici e trapianti d’organo,  leucemie, tumori solidi, emorragie acute, difetti congeniti come la talassemia, emofilia malattie del fegato, deficit immunologici, profilassi delle infezioni (come tetano ed epatite B ).

Sono tante le ragioni per cui il 21 Giugno bisogna essere in tanti. Un piccolo gesto per sentirsi degli eroi.

 

Angelo Giordano



Commenti

Post nella stessa Categoria