Il sindaco di Geraci sentito dalla terza commissione all’Ars

Il sindaco di Geraci sentito dalla terza commissione all’Ars
18 giugno 2014

Continua l’incessante querelle, tra il comune di Geraci Siculo e la Società Terme spa, riguardo alla richiesta di proroga della concessione mineraria e all’ampliamento della stessa. Il primo cittadino del centro madonita, Bartolo Vienna, dietro una sua formale richiesta, è stato ascoltato, nei giorni scorsi, dalla terza commissione dell’assemblea regionale, attività produttive, presieduta dall’onorevole Bruno Marziano.
“La Società Terme s.p.a. di Geraci Siculo – ha sottolineato il sindaco – già titolare di una concessione mineraria che insiste nel territorio del predetto comune, ha chiesto un rinnovo nonché un ampliamento di detta concessione rispetto ai quali insieme al consiglio comunale ci siamo espressi negativamente e contro cui è anche sorto un comitato spontaneo di cittadini. In particolare – ha continuato Vienna – la richiesta di ampliamento della concessione concerne sorgenti non libere, in atto utilizzate dal comune di Geraci Siculo a fini idropotabili e inserite infatti nei piani idrici”. Il primo cittadino durante l’incontro ha anche ribadito che la Società Terme sostiene che il comune potrebbe usare altre sorgenti. Tuttavia queste, essendo collocate più in basso costituirebbero una fonte di approvvigionamento assai più onerosa e disagevole tanto da essere utilizzate dal comune solamente nel periodo estivo per integrare l’apporto idrico delle sorgenti usate in via ordinaria. “Infine – ha concluso Vienna – il territorio oggetto della concessione rilasciata nel 1984 risulta già parecchio esteso giacché ammonta a quasi duecentotrenta ettari”.



Commenti

Post nella stessa Categoria