Rapina alla farmacia di Blufi: in carcere una nuova complice

Rapina alla farmacia di Blufi: in carcere una nuova complice
18 giugno 2014

Nuovi risvolti sulle indagini relative al delitto che si consumò, la sera del 21 novembre 2013, durante una rapina commessa ai danni della farmacia “Jacona”, a Blufi, piccolo centro del palermitano, nella quale venne uccisa la titolare. Con l’accusa di rapina e omicidio furono condotti in carcere, dai carabinieri della Compagnia di Petralia Sottana, il pluripregiudicato Angelo Porcello e il suo complice Gandolfo Giampapa. Ieri sera al termine di alcuni accertamenti investigativi, concordati dall’Autorità Giudiziaria, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Petralia Sottana unitamente a quelli della Stazione Carabinieri di Arese (MI), in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese (PA), hanno tratto in arresto ad Arese, Patrizia Porcello, nipote di Angelo Porcello, ritenuta complice dei due autori della tragica rapina.



Commenti

Post nella stessa Categoria