Crocetta dichiara guerra all’eolico

Crocetta dichiara guerra all’eolico
12 luglio 2014

Wind turbines farmIl governo regionale capitanato da Crocetta ricompare sulla questione dell’energia alternativa dimostrando tutto il suo disappunto contro l’energia eolica. Dopo aver approvato un decreto blocca eolico, respinto successivamente dal Tar, in questi giorni l’ex Sindaco di Gela con la sua giunta regionale torna sulla questione cercando di imporre margini severi alla realizzazione di nuovi impianti in Sicilia. Proposta dall’assessore all’energia Calleri ed approvata dalla giunta, vieta la produzione di energia elettrica proveniente dall’eolico superiore a 200Kw in zone a rischio idrogeologico e nelle aree protette da piani paesistici Sic, Zps, Iba. Divieto di costruzione degli impianti in zone di alta considerazione e nei siti di rete natura 2000. La questione dell’eolico è stato da sempre croce e delizia degli organi politici. Esposto ai giovani come un enorme sbocco lavorativo per il futuro, d’altra parte sembra essere un altrettanto sbocco per il malaffare. Punto caldo anche per Crocetta, che tempo fa ha accusato una crisi di governo a causa delle dimissioni dell’ex assessore Nicolò Marino, sostenitore a 360° dell’innovativa fonte di energia. Adesso il Presidente della Regione si trova a ricalcare nuovamente la spinosa questione, stavolta con l’assessore in questione dalla sua, sembra che la lotta contro i mulini a vento stia per finire.



Commenti

Post nella stessa Categoria