“niente merce estera se prima non si vende la nostra”. I Forconi bloccano i traghetti

“niente merce estera se prima non si vende la nostra”. I Forconi bloccano i traghetti
28 luglio 2014

Tornano a manifestare i Forconi. E questa volta la battaglia è contro i traghetti della Caronte, rei di trasportare sull’isola merci straniere quando, sempre più spesso, quelle nostrane rimangono invendute.

Ed è proprio questo che i rappresentanti del Movimento dei Forconi chiedono, e vogliono ottenere: che in Sicilia non entrino più merci provenienti dall’estero fino a quando il mercato non abbia esaurito quelle interne (e quelle italiane), permettendo la sopravvivenza in primis ai produttori locali. La protesta è stata annunciata da una nota da Mariano Ferro, storico rappresentante del movimento, che ha dato appuntamento a tutti i manifestanti alle 7 di questa mattina per lanciare al governo l’ennesimo segnale.

Protesta che potrebbe assumere toni antieuropeisti, ma così non è, come ha chiarito lo stesso Ferro nella nota. Alla base ci sarebbe solamente la voglia, e la necessità, di difendere l’agricoltura del paese, sempre più vicina al collasso, e messa alle strette dalle merci di provenienza straniera, in particolare dal nord Africa.



Commenti

Post nella stessa Categoria