Domani il premier Renzi sarà a Termini Imerese per discutere del dopo Fiat

Domani il premier Renzi sarà a Termini Imerese per discutere del dopo Fiat
13 agosto 2014

Domani il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, sarà a Termini Imerese per parlare con i cittadini del dopo Fiat. La visita del premier in Sicilia prevede in calendario incontri in diversi comuni dell’isola, in modo da poter affrontare direttamente problemi legati alla mancanza di occupazione e a vertenze siciliane che, ormai da troppo tempo, attendono soluzioni. Renzi dovrebbe arrivare a Termini Imerese nel pomeriggio, ad accoglierlo, presso il palazzo di Città, ci saranno le rappresentanze delle sigle sindacali e il sindaco termitano Totò Burrafato. È la prima volta che un presidente del Consiglio decide di affrontare la questione confrontandosi, faccia a faccia, con gli operai, i Matteo-Renzisindacati e le istituzioni locali. Il premier sembra quindi deciso a scendere in campo in prima persona per cercare di risolvere una situazione divenuta insostenibile. “La presenza di, Matteo Renzi a Termini Imerese è un gesto di enorme importanza – ha detto Burrafato – oggi il presidente del Consiglio testimonia nei fatti che la questione legata alla chiusura dello stabilimento Fiat non è un problema locale ma rientra, giustamente, tra le priorità occupazionali del Paese. Accogliamo Matteo Renzi con entusiasmo condividendo pienamente il suo progetto di rinnovamento politico e sviluppo economico. La presenza di Matteo Renzi mi fa ben sperare per una concreta risoluzione – ha concluso il primo cittadino termitano – la mia azione continuerà ad essere incessante per far sì che il nostro territorio, ritrovi una propria identità produttiva ed insieme ad essa sviluppi tutte le proprie potenzialità anche al di fuori del comparto automobilistico”. Il confronto diretto di domani farà crescere ancora una volta le aspettative dei cittadini che, ormai da troppo tempo, sono abituati ad assistere a sfilate di personalità politiche che poco hanno concluso per dare un futuro a un territorio dove la speranza ha lasciato il posto alla rassegnazione.



Commenti

Post nella stessa Categoria