Il sindaco Totò Burrafato esprime rammarico per quanto accaduto nel pronto soccorso dell’ospedale S. Cimino di Termini Imerese

20 agosto 2014

 

 Burrafato

A proposito dell’aggressione avvenuta la scorsa notte presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Salvatore Cimino di Termini Imerese nella quale il medico di turno è stato preso a calci e pugni da alcuni rumeni che chiedevano un suo intervento immediato, il sindaco Totò Burrafato ha espresso il suo rammarico:

“Quanto accaduto al pronto soccorso dell’ospedale “S.Cimino” di Termini Imerese è un fatto grave che merita un’attenzione straordinaria da parte dell’Asp di Palermo. Oltre alla dovuta solidarietà per quanto accaduto bisogna pensare, da subito, come evitare che possano nuovamente verificarsi gesti e situazioni tanto imprevedibili che possono mettere a rischio i medici ed il personale paramedico che opera, con spirito di abnegazione, nel pronto soccorso del nostro ospedale. A tal proposito, nel confermare fiducia ad Antonio Candela, chiederemo – subito dopo la pausa estiva – un confronto con il comitato dei sindaci del Distretto socio sanitario di Termini Imerese per mettere a punto un programma operativo in grado di assicurare slancio al nostro Ospedale e alle strutture sanitarie del comprensorio. Senza trascurare anche misure straordinarie come l’istituzione di un servizio di guardie giurate al presidio ospedaliero di Termini Imerese per evitare che eventi analoghi a quanto accaduto la scorsa notte, possano verificarsi in futuro”.



Commenti

Post nella stessa Categoria