Mafia: due agenti segreti dell’Aisi si sarebbero spacciati per avvocati per in contrare il capomafia Flamia

Mafia: due agenti segreti dell’Aisi si sarebbero spacciati per avvocati per in contrare il capomafia Flamia
1 ottobre 2014

sergio flamiaDue agenti segreti dell’Aisi spacciandosi per avvocati,  avrebbero incontro in carcere il capomafia di Bagheria  Sergio Flamia, fra il 2008 e il 2012. La procura di Palermo starebbe indagando sulla vicenda per falso ideologico, nell’ambito dell’inchiesta sul Protocollo Farfalla che si occupa di far luce sul patto del 2004 tra il Sisde guidato da Mario Mori e il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria sulla gestione di alcuni detenuti al 41 bis..

Fonte: Ansa



Commenti

Post nella stessa Categoria