Zannella Basket: due giornate di squalifica del campo

Zannella Basket: due giornate di squalifica del campo
14 ottobre 2014

La decisione della giustizia sportiva è arrivata dopo gli accadimenti verificatisi nella partita disputata domenica 12 ottobre al Pala Ignazio Cefalù tra la compagine cefaludese ed il Green Basket di Palermo. Ricordiamo per coloro che non avessero assistito all’incontro, per inciso vinto dal Cefalù per 75 a 71,  che durante il terzo quarto di partita, a seguito di una contestata decisione arbitrale, è stato lanciato in campo un oggetto (presumibilmente una bacchetta di tamburo) che ha colpito uno dei dirigenti della squadra ospite: Roberto Mantia medico sociale del Green Basket. Questi si è accasciato a terra e successivamente è stato trasportato negli spogliatoi, da qui è scoppiata anche una bagarre tra le due tifoserie che si sono scambiate reciproche accuse. Adesso arriva il comunicato ufficiale del Giudice sportivo regionale della FIP che commina alla ASD Zannella Basket:” un’ammenda di Euro 240,00 per minacce collettive e frequenti [art. 25,5bd RG rec.], nonchè la squalifica del campo per 2 gare per lancio di oggetti contundenti che colpiscono con danno di lieve entità e tale da non produrre obiettivo impedimento alla prosecuzione della gara od alla partecipazione alla stessa [art. 25,12A RG]”. Sicuramente una doccia fredda per la società normanna che dovrà rinunciare all’apporto del suo caloroso pubblico per i prossimi impegni in questa serie C nazionale che si preannuncia un campionato molto combattuto, inoltre non potrà incassare neanche il piccolo biglietto d’ingresso alle partite, istituito quest’anno, che contribuiva a sostenere i maggiori costi per il passaggio di categoria. Indipendentemente dalla sterile querelle su da quale parte del campo sia stato lanciato l’oggetto, speriamo che fatti incresciosi come questi non abbiano mai più a ripetersi, in primis perchè squalificano uno sport bello e pulito come il basket, dove dovrebbero sempre primeggiare i valori della lealtà e del rispetto dell’avversario, secondariamente in quanto gettano discredito sulla città rappresentandola per quello che non è, ossia cordiale ed ospitale verso chiunque.

Di seguito il link del comunicato ufficiale FIP

http://www.fip.it/public/23/ComunicatiUff/cu_38_giu_dnc_141014.pdf



Commenti

Post nella stessa Categoria