I leoni tornano a ruggire tra le mura amiche. Real Cefalù batte Assoporto Melilli 4-3

I leoni tornano a ruggire tra le mura amiche. Real Cefalù batte Assoporto Melilli 4-3
19 ottobre 2014

E’ stata una partita emozionante quella andata in scena Palatricoli di Cefalù che ha visto contrapporsi i padroni di casa con l’ostico Assoporto Melilli.
Dopo la vittoria esterna sul campo del Club Juventus Scirea gli uomini di mister Manzella sono chiamati a far gioire i tifosi di casa dopo il pareggio 2-2 tra le mura amiche contro la Mabbonath alla prima giornata.

La partita però è ostica e i siracusani passano in vantaggio al 5′ con Nitti a seguito di una bella azione corale, il real risponde e pareggia pochi minuti più tardi con il brasiliano Cividini, abile a piazzare di sinitro un bel tiro a fil di palo.

Il cefalù pressa, prova persiono a creare la superiorità numerica anche con il risultato in pareggio facendo salire il portiere ma gli ospiti sono ben piazzati e sul finale di tempo vanno persino in vantaggio.

Ottima azione di rimessa che viene finalizzata sempre dal solito Nitti che è freddo a battere Virruso in un uno contro uno.

La prima frazione si chiude così con il real Cefalù in svantaggio nonostante una prestazione tutto sommato positiva se si fa esclusione della fase di non possesso.
Il leti motiv della non cambierà nella ripresa con il real padrone del campo che trova il pareggio con il neo arrivato Hamici dopo soli 4 giri d’orologio, grande esultanza per il numero dieci del Cefalù che era stato molto attivo ma altrettanto impreciso nella prima frazione.
Il gol sembra dare morale agli uomini di casa che non appena si riversano in attacco per sferrare il colpo del K.O vengono di nuovo puniti in contropiede per il momentaneo 2-3ospite.
Neanche il tempo di rifiatare ed è di nuovo Carlo Hamici a realizzare con una precisa punizione dal limite dell’area.

Il finale è concitato con un paio di interventi al limite del regolamento che innervosiscono la partita,Cividini è insolitamente impreciso e spreca due clamorose palle gol lasciando intuire di essere ancora lontano dalla forma ideale ( non si era allenato in settimana per una botta alla caviglia ndr.) quando però la partita sembra che si stia per archiviare con un altro pareggio interno per il Real ecco che la qualità dei singoli decide la partita; lancio col contagiri di Isgrò per Cividini che riesce a sfiorare la palla al volo e la deposita in rete con un colpo vellutato, è il colpo che vale i tre punti, il ruggito del leone, il real Cefalù ci farà divertire



Commenti

Post nella stessa Categoria