Emergenza suidi è Pizzuto adesso a chiedere l’abbattimento

Emergenza suidi è Pizzuto adesso a chiedere l’abbattimento
30 ottobre 2014
Angelo Pizzuto

Angelo Pizzuto

E’ ormai a conoscenza di tutti l’invasione delle zone montane e pedemontane delle Madonie da parte di questi grossi mammiferi – frutto dell’incrocio fra il maiale domestico allevato allo stato semibrado e il (mal)reintrodotto cinghiale. Ingenti i disagi provocati da questi possenti animali che penalizzano la zona e inoltre – come i recenti fatti di cronaca dimostrano – mettono a rischio l’incolumità degli abitanti. Adesso a prender posizione e fronteggiare l’emergenza è Angelo Pizzuto presidente dell’Ente Parco delle Madonie. Durante un’audizione dei presidenti dei parchi, Pizzuto, ha chiesto alla IV Commissione dell’Assemblea Regionale Siciliana un provvedimento nei confronti di questi animali che stanno devastando il territorio e la biodiversità madonita. Per il presidente del parco, che nell’occasione si è fatto portavoce di tutti i sindaci del territorio, occorre un provvedimento straordinario e immediato che consenta l’abbattimento dei suidi e il controllo della fauna selvatica. La gente, ha specificato, è ormai disperata e chiede giornalmente interventi. Per Pizzuto non si può temporeggiare nell’attesa di una modifica normativa complessa quando urge un intervento immediato.
Il presidente ha inoltre richiesto all’On. Trizzino, presidente della IV commissione, un’audizione che riguardi sindaci madoniti ed Ente Parco, che Trizzino si è impegnato a convocare nel più breve tempo possibile, per cercare di inserire un emendamento che riguardi questo tema in uno dei prossimi provvedimenti legislativi al vaglio dell’aula.



Commenti

Post nella stessa Categoria