Crocetta ter, “il nuovo inizio”

Crocetta ter, “il nuovo inizio”
6 novembre 2014

Nella mattinata di ieri è stato presentato da Crocetta il suo nuovo governo. Il Crocetta ter si apre con la frase pronunciata dal Presidente: “E’ un nuovo inizio” ammettendo anche di aver attraversato un momento difficile. Apre al dialogo con le altre parti e chiede rispetto per l’esito delle elezioni da parte dell’opposizione. Non sono mancati gli scontri verbali, uno su tutti ha visto il governatore e il deputato cinque stelle Giancarlo Cancellieri che ha rimproverato Crocetta di aver mantenuto ai vertici regionali Patrizia Monterosso, dirigente coinvolto in una inchiesta della Corte dei Conti sui extrabudget della Formazione. Pronta e dura la replica di Crocetta che interviene in favore della sua scelta affermando che la Monterosso sta svolgendo un lavoro di dignità e trasparenza con le proprie denunce nonostante le paure di ritorsioni personali. I capigruppo del centrodestra si sono attribuiti i pregi di una mozione di sfiducia che avrebbe costretto Crocetta a varare la nuova giunta. Maggioranza invece ha espresso soddisfazione tramite il capogruppo PD Gucciardi che ha dichiarato di non aver mai fatto mancare l’appoggio del suo partito a Crocetta. Si rivede Anna Corsello, coinvolta quest’estate nella vicenda “click day”, alla guida del dipartimento Lavoro. Torna anche Marco Lupo come commissario per il rischio idrogeologico, e resta Calleri come assessore all’Energia. A Mariella Lo Bello la vicepresidenza della regione. Cariche assegnate quindi tranne una, quella del presidente dell’Ars che slitta al 18 novembre.

 

Giacomo Lombardo.



Commenti

Post nella stessa Categoria