Museo plenair per i tre circuiti storici della Targa Florio

Museo plenair per i tre circuiti storici della Targa Florio
8 novembre 2014

targaRiqualificazione e rilancio dei tre circuiti storici della Targa Florio grazie ad una segnaletica stradale lungo tutto il circuito e la collocazione di pannelli informativi artistici all’interno dei centri abitati dei comuni di: Campofelice di Roccella, Collesano, Castelbuono, Geraci Siculo, Petralia Sottana, Petralia Soprana, Castellana Sicula, Polizzi Generosa, Caltavuturo, Scillato, Cerda e Floriopoli.

I lavori, finanziati grazie al Pist Città a rete Madonie-Termini, consentiranno di riqualificare e rilanciare questo sito di grande valore sportivo per migliorarne la fruizione e conoscenza ai visitatori nonché, grazie alla presenza di pannelli artistici, di riprodurre momenti particolarmente intensi delle competizioni che si sono snodate lungo un percorso unico al mondo. Nei prossimi giorni verrà pubblicato il decreto di finanziamento del progetto “Musealizzazione dei tre circuiti della “Targa Florio” per un importo di circa 470 mila euro.

A darne notizia sono il sindaco di Gangi, Giuseppe Ferrarello, rappresentante del PIST “Città a rete Madonie-Termini”e Alessandro Ficile, coordinatore tecnico che in una nota hanno voluto ringraziare il Commissario della Provincia di Palermo, Dott. Tucci ed il RUP Maurizio Magro Malosso. “L’iniziativa – hanno dichiarato Ferrarallo e Ficile – rappresenta un ulteriore elemento di valorizzazione del patrimonio turistico e culturale presente sul territorio e potrà fornire ulteriori spunti di crescita socio-economica per l’intero Distretto Turistico “Cefalù e parchi delle Madonie e di Himera””.

La “Targa Florio” è stata una delle più antiche corse automobilistiche italiane ed insieme alla “Mille Miglia” è sicuramente la corsa italiana più famosa nel mondo. La gara è stata voluta, finanziata ed organizzata da Vincenzo Florio, un palermitano di ricchissima famiglia affascinato dal nuovo mezzo di locomozione e noto nell’ambiente delle corse per aver partecipato ad alcune competizioni di inizio del ‘900. Completato l’iter amministrativo-finanziario i lavori dovranno essere conclusi entro luglio del 2015.

Per il sindaco di Termini Imerese, Totò Burrafato: “Nell’esprimere soddisfazione per l’importante risultato che pone la valorizzazione della Targa Florio come una prospettiva importante di sviluppo del nostro territorio, la Targa Florio è un’opportunità che non possiamo sciupare e che può contribuire al rilancio socio-economico di questa terra”.

 

 



Commenti

Post nella stessa Categoria