Burrafato incontra i casartigiani

Burrafato incontra i casartigiani
20 novembre 2014

A seguito dell’incontro tenutosi nei giorni scorsi tra il sindaco Burrafato e Casartigiani Termini Imerese riguardo alle criticità che vivono le imprese locali il Sindaco ha dichiarato: Esprimo convinta soddisfazione per l’incontro avvenuto tra i vertici dell’Amministrazione Comunale e la Casartigiani di Termini Imerese per discutere dei problemi manifestati dal settore artigianale con specifico riferimento alle importanti questioni legate alla TARI e al metodo di vendita ambulante dei prodotti. Credo che il primo importante obiettivo, per chi amministra, debba essere sempre quello del confronto.

Solo confrontandosi con le parti direttamente interessate si possono risolvere veramente i problemi ad esse collegati. Questo è il metodo che la mia amministrazione si prefigge di attuare in tutti i settori in cui le parti sociali sono protagoniste e meritano sempre e comunque ascolto. I problemi sottoposti dalla Casartigiani sono noti e reali. Dal punto di vista della TARI (il tributo legato allo smaltimento dei rifiuti) sarà nostro impegno, a partire dal 2015, capire come la legislazione regionale evolverà dando maggiori margini gestionali alle singole amministrazioni territoriali, potendo così concordare aliquote e metodologie di pagamento più razionalizzate rispetto alla reale produzione di rifiuti, nel caso specifico maggiormente di tipo organico, che ogni esercente produce e pertanto deve smaltire. Sulla questione dei venditori ambulanti, è assolutamente necessario fare un distinguo: da un lato chi esercita la professione di ambulante senza alcun tipo di licenza, e pertanto illegalmente. Verso questi, sarà obiettivo prioritario della Polizia municipale, avere tolleranza zero, sia a tutela dei commercianti in regola sia a tutela dei consumatori che acquistano prodotti senza alcun controllo sanitario e rispetto alla provenienza. Bisogna oggi dare un segnale forte a tutela di chi le regole le rispetta e chi no. Questo equivale a vivere in armonia e democrazia. Anche rispetto a chi esercita la professione di ambulante con regolare licenza, ma non rispetta i termini della stessa che, di fatto, non gli consentono la sosta oltre un’ora nello stesso punto, aumenteremo i controlli e la regolarità nell’esercizio dell’attività.

Tutto questo dovrà far parte di un piano generale sulla legalità e controllo del territorio che l’Amministrazione comunale da me rappresentata intenderà definire nei primi mesi del 2015 e che riguarderà tutto il nostro territorio. Su questo imprescindibile obiettivo, fin da ora chiedo a tutte le forze sociali, sindacali e produttive, di partecipare attivamente alle iniziative che ne conseguiranno e che con le stesse vorrò preventivamente discutere.



Commenti

Post nella stessa Categoria