Cefalù, la politica del buon governo: le promesse dell’amministrazione Lapunzina

Cefalù, la politica del buon governo: le promesse dell’amministrazione Lapunzina
30 novembre 2014

Consiglio-Comunale1Tornerà a riunirsi mercoledì 3 dicembre il consiglio comunale, all’ordine del giorno non c’è però traccia del bilancio di previsione. Nonostante sia ancora forte l’eco delle disastrose alluvioni, che hanno afflitto la nazione in seguito all’insensata cementificazione messa in atto dall’uomo, nella nostra città, votata alla politica “green”, in sala consiliare si discuterà di una nuova lottizzazione. La politica preferisce quindi il cemento piuttosto che dare risposte ai cittadini su tematiche rilevanti. La nostra redazione, come promesso ai nostri lettori, continua a ricordare una serie di interrogativi posti al primo cittadino, nella speranza che le attese non restino vane.

Sindaco la invitiamo dunque a dire cosa e se le ha risposto il signor prefetto alla sua missiva richiedente chiarimenti sulla fondatezza della saro1ipotesi di infiltrazioni mafiose nell’affidamento diretto dei lavori pubblici? Sindaco la invitiamo ancora a raccontare perché non ha dato risposta alla compagnia telefonica che le ha chiesto di ritirare il bando del Mepa per la Ztl, ritenendo lo stesso illegittimo?

 

 

Sindaco perché non ha formulato risposta alla cittadinanza e a Lega Ambiente riguardo all’avvio dei lavori di erezione dell’antenna di Santa Lucia, iniziati in seguito alla procedura del silenzio assenso, quando è invece prassi che nella nostra città si inviino ordinariamente diffide a chi avvia i lavori con la semplice Dia? Sindaco potrebbe dire perché non ha ancora presentato il bilancio di previsione quando manca soltanto un mese alla fine dell’anno 2014? Sindaco la invitiamo a dire perché la sua giunta è priva di un assessore dal lontano mese di maggio? Sindaco ci dica perché la sua amministrazione e la cittadinanza non siano da reputarsi feriti nella dignità, tanto da averla spinta a non costituirsi parte civile in un procedimento relativo al voto di scambio nelle ultime elezioni amministrative? Sindaco perché non ha ancora revocato la convenzione alla ditta che gestisce i parcheggi a pagamento come ha sempre sostenuto da consigliere? Sindaco ci dica infine perché ad oggi non si è dimesso, non avendo maggioranza in consiglio, così come invece più volte aveva chiesto di fare a Pippo Guercio quando si trovava nelle sue stesse condizioni? E’ la città ad attendere queste risposte non la nostra testata.



Commenti

Post nella stessa Categoria