Geraci. Risiede al centro d’accoglienza ma spaccia stupefacenti. Arrestato

Geraci. Risiede al centro d’accoglienza ma spaccia stupefacenti. Arrestato
13 dicembre 2014

Nella serata di ieri, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, svolto a Geraci Siculo (PA), un giovane straniero originario del Gambia è stato denunciato in stato di libertà dai Carabinieri della Compagnia di Petralia Sottana in quanto trovato in possesso di 18 grammi circa di marijuana. Ad essere sorpreso con la droga questa volta è finito K.j. nato in Gambia, classe 1995, attualmente alloggiato presso la struttura denominata “Parrivecchio s.r.l.” sita a Geraci Siculo, adibita a centro di accoglienza straordinaria per stranieri richiedenti asilo politico.

Il giovane era appena sceso dal pullman proveniente da Palermo quando i Carabinieri l’hanno notato mentre cercava di muoversi in direzione della struttura che al momento lo ospita.  La fretta mostrata dal viaggiatore, che tentava di allontanarsi, ha destato l’attenzione dei militari che già da tempo monitoravano alcuni movimenti sospetti nel centro abitato di Geraci Siculo con particolare attenzione ai principali luoghi di aggregazione giovanile ed anche nei confronti di alcuni stranieri ospiti presso il centro di accoglienza.

Fermato ed identificato, è stato sottoposto a controllo e nella circostanza il giovane straniero ha iniziato a manifestare un certo nervosismo, inducendo così i militari della locale Stazione a sottoporlo a perquisizione personale. L’attività svolta ha permesso di rinvenire addosso allo stesso, celato nella tasca del giubbotto, un involucro contenente 18 grammi circa di marijuana, già confezionata e suddivisa in dosi.

Il soggetto, accompagnato presso la locale Caserma dei Carabinieri, è stato denunciato in stato di libertà per detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente.

 

Già alla  fine del mese di Agosto era finito in manette un Senegalese ospite, nell’ambito del progetto S.P.R.A.R. (Sistema di protezione richiedenti asilo politico e rifugiati), presso il centro di accoglienza di Castellana Sicula, in possesso di 38 grammi di marijuana ed un altro straniero, alloggiato presso la sopra citata struttura, a distanza di poco tempo, era stato deferito in stato di libertà all’A.G., in quanto sorpreso con 11 grammi di marijuana; entrambi, con le stesse modalità dell’odierno indagato, venivano sottoposti a controllo dopo che erano scesi dal pullman di ritorno da Palermo e quindi sorpresi con addosso la droga.



Commenti

Post nella stessa Categoria