“In fuga dalle iene: dall’Eritrea a Lampedusa”, incontro con Imma Vitelli al Museo Civico di Castelbuono

“In fuga dalle iene: dall’Eritrea a Lampedusa”, incontro con Imma Vitelli al Museo Civico di Castelbuono
16 dicembre 2014
unnamed
Il Museo Civico di Castelbuono è lieto di presentare l’incontro con la giornalista Imma Vitelli dal titolo, In fuga dalle iene: dall’Eritrea a Lampedusa,che si terrà venerdì 19 dicembre 2014 alle ore 10.30 presso l’Auditorium “Sac. Vincenzo Minutella” dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Luigi Failla Tedaldi” di Castelbuono.

 

Inviata di guerra per Vanity Fair Italia sui maggiori fronti internazionali, Imma Vitelli racconterà la sua esperienza diretta della rotta migratoria che dall’Eritrea conduce a Lampedusa, attraverso il deserto del Sahara, la Libia e il Canale di Sicilia. Il Mediterraneo è ormai il simbolo di tragedie che si consumano quotidianamente: un numero sempre crescente di migranti affronta il pericoloso viaggio della speranza per raggiungere le coste siciliane, in cerca di un’esistenza migliore.

 

Dopo il recente incontro tenuto a Villa La Pietra, sede della New York University a Firenze, Imma Vitelli arriva a Castelbuono, nell’ambito del progetto di riposizionamento strategico del Museo Civico come osservatorio delle vicende politiche, culturali e sociali dell’area di Mediterranea. Tra le emergenze, la questione dell’immigrazione nel Mediterraneo è un tema di grande attualità che interessa anche il territorio delle Madonie, poichè molti dei comuni limitrofi al Parco Madonie quest’anno hanno aderito al Sistema di Protezione Richiedenti Asilo o Rifugiati (Sprar), accogliendo molti dei migranti in strutture pubbliche o private.

 

A Castelbuono lo scorso agosto sono arrivati circa trenta ragazzi minorenni ospitati presso l’istituto delle Figlie della Croce in piazza Castello, accanto alla sede del Museo Civico, nel Castello dei Ventimiglia. Alcuni migranti, accolti anche presso altre strutture della zona, verranno coinvolti nella conversazione con la giornalista Imma Vitelli. Questa conversazione, come afferma il Direttore Laura Barreca, “dimostra che un Museo Civico, è di tutti quelli che lo abitano e non solo di chi abita il paese, è un luogo vivo che parla ad una comunità, a partire proprio dai ragazzi delle scuole. Tutta la comunità di Castelbuono è invitata ad ascoltare la testimonianza diretta di un dramma al quale non possiamo non dedicare profonda e umana attenzione”.

 

Al Museo Civico è inoltre possibile visitare la mostra Lipadusa. Storie di vita e di mare, di Calogero Cammalleri, un progetto del giovane fotografo, realizzato in collaborazione con Fabrica, dopo una residenza a Lampedusa e dedicato alle condizioni della gente dell’isola che ogni anno accoglie ed è testimone di centinaia di sbarchi di migranti.

 

L’incontro è stato realizzato grazie al generoso supporto di The Hotelsphere | Hotel Plaza Opéra di Palermo (www.hotelplazaopera.com) e dell’Agriturismo Bergi di Castelbuono  (www.agriturismobergi.com).

 

Il Museo Civico ringrazia l’Istituto d’Istruzione Superiore “Luigi Failla Tedaldi”, l’Istituto Comprensivo “F. Minà Palumbo”, il CPA-Centro di Prima Accoglienza “Istituto San Giuseppe”, Castelbuono (PA) per la preziosa collaborazione



Commenti

Post nella stessa Categoria