Crollo fisico e il Milazzo perde il derby con la Costa D’Orlando

Crollo fisico e il Milazzo perde il derby con la Costa D’Orlando
19 gennaio 2015

Era stata ribattezzata, dai padroni di casa dell’Irritec Costa d’orlando, la partita della rivincita e così è stato. Troppo forte la squadra di Coach Condello che a parte un terzo quarto un po’ sottotono, ha mostrato una freschezza atletica e una precisione al tiro micidiali.

Per i mamertini resta da segnalare la gran bella prova di Denarius Darby che, al suo esordio e senza neanche un allenamento con la squadra, ha fatto registrare 18 punti, 2 stoppate, 1 assist e 10 rimbalzi, ed un atletismo esplosivo che potrà essere sicuramente utile ai piani tattici di Coach Fiasconaro.

Si capisce subito che gli orlandini vogliono vendicare la partita dell’andata: Marinello, Vazzana e Dominguez sembrano incontenibili, in cinque minuti i padroni di casa si portano sul + 13 con i ragazzi che trovano il canestro solo con Sofia. Coach Fiasconaro decide di far entrare il neo acquisto Darby che si mette subito in mostra con una bella penetrazione e con una tripla. Li vecchi mette la tripla dopo il terzo tentativo e anche Cassisi sotto canestro riesce a  trovare il guizzo giusto. Dall’altra parte però Vazzana è un cecchino e il primo quarto è già una sentenza 28 – 12.

La Costa ricomincia il secondo quarto senza abbassare i ritmi, incitata da Coach Condello che predica massima intensità in difesa, per i ragazzi invece i punti arrivano dal nuovo USA Darby, cercato dai compagni e voglioso di mettersi in mostra. Milazzo però paga i tanti errori sotto canestro e all’intervallo lungo il tabellino è impietoso, 53 – 24.

Nella ripresa, complice il distacco e la minore pressione difensiva dei padroni di casa, i ragazzi di Coach Fiasconaro cominciano a far vedere cose interessanti: Rath, Barbera, Li Vecchi e Coppolino servito alla perfezione da Darby provano a riavvicinare l’Irritec. La squadra del Presidente Mauro Giuffrè però non va in confusione e mantiene praticamente inalterato il distacco finale, 68 – 41.

L’ultimo quarto vola via con la seconda stoppata di Darby che esalta il numeroso pubblico del PalaValenti, in campo Paride Spanò e Giuseppe La Spada trovano minuti complice l’uscita per 5 falli di Rath, Barbera e Cassisi. Il match termina 89 – 54.

 

In sala stampa abbiamo ascoltato le opinioni dei due coach.

Coach Giuseppe Condello: “Siamo riusciti ad essere aggressivi dal primo minuto, era quello su cui avevamo lavorato in settimana: difesa dura e ripartenze. Mi spiace per il terzo quarto: ci siamo un attimo deconcentrati, è normale ma se vogliamo continuare a crescere dobbiamo evitare questi cali di concentrazione. In settimana sono stato chiaro con i miei ragazzi, ovvero se noi difendiamo possiamo avere una parte importante in questo campionato  ma se caliamo l’intensità o se non sputiamo sangue dentro il parquet non arriveremo da nessuna parte.”

Coach Massimiliano Fiasconaro: “La vittoria dell’andata è stata un’impresa anche se sia la Costa d’Orlando sia noi eravamo due squadre differenti. Siamo una squadra che ha cambiato tanto ed è innegabile che abbiamo qualche problema di testa prima ancora che fisico. Questa sera il problema palese è stato un crollo di natura atletica, non ci siamo con le gambe e quindi dobbiamo recuperare e alla svelta.

Squadre come Capo d’orlando, Cefalù o Reggio Calabria fanno della difesa il loro punto di forza per poi ripartire in transizione sapendo di sfruttare un nostro limite difensivo. Dobbiamo lavorare  su questo e su tanti altri fattori: non possiamo essere così scarichi nelle situazioni di attacco, non possiamo sbagliare tutti questi tiri piedi a terra, non possiamo sbagliare questi terzi tempi uno contro uno”

Infine il coach dei mamertini ha speso due parole sul nuovo innesto: “Denarius è un esterno molto completo, capace di giocare anche qualche minuto come play. È un gran talento offensivo ed è quello che al momento a noi serve tanto soprattutto contro difese allenate e ben organizzate come quella di Peppe Condello che ha preparato la partita molto bene.

Noi oggi abbiamo sperimentato, quando ho capito che la partita era difficilmente recuperabile ho provato diverse cose. Quando Darby entrerà nei nostri giochi offensivi e potrà sfruttare il sistema offensivo potrà darci una grande aiuto.”

 

IRRITEC COSTA D’ORLANDO – AMENDOLIA ASSICURAZIONI BASKET MILAZZO 89 – 54

(28 – 12); (25 – 12); (15 – 17); (21 – 13)

 

IRRITEC COSTA D’ORLANDO: Micale 2, Sgrò 12, De Lise 11, Nici n.e., Crisà 2, Rodriguez 3, Vazzana 13, Fazio 7, Dominguez 20, Marinello 19. Coach: G. Condello

 

AMENDOLIA ASSICURAZIONI BASKET MILAZZO: Darby 18, Spanò 2, Sofia 2, Cassisi 2, Barbera 7, Coppolino 3, La Spada 2, Rath 10, Amato 3, Li Vecchi 5. Coach: M. Fiasconaro



Commenti

Post nella stessa Categoria