Il calcio sulle Madonie: che si alzi il sipario, al Failla arriva Mascara

7 marzo 2015

peppe-mascara546 partite in carriera condite da 141 gol. 185 gare in serie A con 38 esultanze. Una storica promozione in massima serie con la maglia del Catania. Un gol da urlo nel derby del Barbera contro il Palermo, da 50 metri. Il passaggio al Napoli e l’esordio prima in Europa League e poi in Champions League. E in mezzo, il 6 giugno del 2009, l’esordio in Nazionale. Sono tanti i numeri che potremmo ancora citare. Non basterebbero poche righe per un atleta che solca i campi di ogni categoria da 20 anni. Giuseppe Mascara (nella foto). E’ lui il leader del Siracusa, cannoniere e capitano della squadra che comanda il girone B del campionato di Eccellenza. E domenica il Failla, per l’occasione, riapre i battenti. Dopo alcune settimane di chiusura per inagibilità, saranno 1430 gli spettatori che potranno assistere al big match di giornata. Una Castelbuonese in cerca di punti play off, contro un Siracusa, che vuol chiudere in anticipo il discorso promozione. Lo spettacolo è garantito.

Minutella10E’ senz’altro il match del Failla il clou di giornata, ma saranno molti gli appuntamenti imperdibili del weekend calcistico locale. Sabato, al Santa Barbara, andrà in scena un non meno importante Cefalù-CUS Palermo. Quarta contro seconda del girone B di promozione. Le due compagini sembrano ormai quasi certe dei play off, ma chiaramente giocarli in casa porta molti vantaggi, e scalare la classifica è l’obbiettivo che rimane al Cefalù di mister Minutella (nella foto) e al Cus, oltre che al Castelbuono, terzo, impegnato domenica nel campo de L’Iniziativa. Sembra ormai lontano il Rocca, a +7 sul Cus secondo, che visiterà Ciappazzi contro una squadra in piena lotta play out. Così come il Campofelice, che stangato dalle tante squalifiche, andrà a Montemaggiore, dove troverà una squadra che, prima di arrendersi alla retrocessione, vorrà senza dubbio dare un’ultima spallata a questo campionato. Sinagra-Real Calcio Finale è altro match da brividi, con i padroni di casa che vincendo si tirerebbero, forse definitivamente, fuori dalla zona calda, e gli ospiti che vorrebbero approfittare dei match proibitivi delle altre contendenti alla salvezza, per respirare un pò, buttando nel baratro anche gli avversari del Sinagra. Anche in questo campionato, sarà un weekend tutto da gustare.

In prima categoria, nel girone B, la salvezza del Collesano passa da Lercara. Uno scontro diretto dalle mille sfaccettature.                                               Vincere consentirebbe al Collesano di trascinare gli avversari in un sicuro play out, di contro, un risultato negativo, accorcerebbe anco10365736_10203933842657548_5768326410194950040_nr di più una classifica già adesso thriller. Discorso simile per il Lascari, che affronta il Roccapalumba, compagine che la precede di una sola lunghezza. I tre punti sarebbero ossigeno puro. Più difficile la situazione del Cerda, che col fardello dei 4 punti che la separano dalla salvezza, va a giocare contro un Bagheria in piena zona play off. Il Caltavuturo, infine, con più di un piede e mezzo nella fossa, ospiterà il Caccamo.

Nel girone C, il Gangi cercherà in tutti i modi di scendere oltre i 10 punti che la separano dalla seconda in classifica, per poter quindi giocare i play off. L’avversario di giornata non è sicuramente fra i più semplici, visto che al Raimondi arriva lo Sport Club Nissa, distante solo 5 punti dai padroni di casa. Il centrocampo, come al solito, avrà in Mauro Norato (nella foto) il suo faro. Il talentino, classe ’93, dichiara: “Abbiamo perso punti decisivi, ma nonostante il distacco dalle prime il nostro obiettivo rimane quello di disputare i play off. Ci batteremo fino all’ultimo per noi, per la società che ha fatto e fa tanti sforzi, per i tifosi che ci hanno sempre seguito e incitato e per Gangi che merita ben altre categorie”. Vincere e tifare Enna è dunque l’imperativo di giornata, visto che la squadra della cittadina capoluogo di Provincia, affronterà il Canicattì, secondo in graduatoria.

10862586_1531904850430565_552210637029395139_oNel girone D, l’Acquedolcese dei ragazzi di Finale Fabio Madonia (nella foto), Marco Martorana, Sandro Tumminello e Angelo Biundo, proverà a fare la voce grossa contro la Polisportiva Gioiosa. Le due squadre sono rispettivamente seconda e terza, ma i 14 punti che le dividono eviterebbero momentaneamente i play off. Ultima spiaggia quindi per il Gioiosa, ma Madonia & co. sono carichi a mille, e la vittoria darebbe loro il pass per lo spareggio contro la vincente dei play off del girone C, con vista Promozione. Il difensore centrale del team acquedolcese, autore di due gol in questo campionato, dichiara: “Noi siamo carichi per lo scontro diretto di domenica, e faremo il possibile e l’impossibile per portare a casa i punti necessari a chiudere i conti, mettendo in campo la grinta e il cuore che ci hanno sempre contraddistinti!”

1182014131022cIn seconda categoria manca davvero poco alla festa promozione del Geraci. A provare a mettere il bastone fra le ruote agli uomini allenati dal cefaludese Cammarata (nella foto) proverà il Real Casale, che nonostante i 24 punti di distacco, cercherà di impensierire la capolista, portando a casa preziosi punti salvezza. Il Gangi, secondo, ospiterà il Tusa, in un match che vale più dei tre punti in palio. In caso di vittoria, i padroni di casa andrebbero a  +13 sugli, ospiti, ai quali non sarebbe più sufficiente il quinto posto per disputare i play off. Il Bompietro, giunto all’ultima spiaggia, visiterà il Rosmarino terzo, mentre al Sant’Ambrogio spetterà la giornata di riposo.

pinoIn terza categoria, dopo l’altalena di sorprese della scorsa settimana, la Stella del Mare ha l’opportunità di allungare in classifica sulla Supergiovane Castelbuono, che godrà del turno di riposo, ma la trasferta di Lercara Friddi non sarà certo una passeggiata. A sorridere potrebbe essere il Polizzi, che a quota 23 come il Castelbuono e il Finale (impegnato ad Alia contro una squadra che, pur avendo preso 6 gol dalla corazzata Stella del Mare, appare in ripresa), andrà a giocare contro la matricola Aliminusa, sempre ferma a quota 1 punto. Poco sotto in classifica troviamo Pollina ed Ersal Termini. Per i termitani l’occasione è di quelle che vanno colte al volo, vincere significherebbe andare a -2 dalla zona play off. Ma il Pollina è più in forma che mai, e Totò Tumminello e i suoi vogliono ipotecare il piazzamento che gli consentirebbe di giocarsi gli spareggi promozione. A sperare nei passi falsi di chi li precede in classifica, troviamo Asd San Mauro e Alimena, che distanti tre punti (anche se gli uomini di mister Mocciaro hanno una gara da recuperare), chiudono la giornata nel match domenicale del Sant’Ippolito. All’andata Vecchio (nella foto) portò momentaneamente i suoi  in vantaggio. Il giovane attaccante dichiara: “Veniamo da due successi consecutivi e questo ci fa onore , ma anche l’Alimena sembra essere uscita dal tugurio, avendo vinto in casa l’ ultima partita contro un ottimo Fair Play. Stiamo prendendo forma e vogliamo dimostrare che il girone d’andata sia stato soltanto un incubo. Speriamo di dare il giusto impatto alla partita e farla nostra, sarà difficile ma possiamo farcela”.

Nel messinese turno di riposo per la Castelluccese, con Pettineo e Green Tusa, che la precedono in classifica, che ospiteranno Mistretta e Futuro Tusa.

Angelo Giordano



Commenti

Post nella stessa Categoria